Accesso al credito: 2016 anno della ripartenza

Bankitalia: l'allentarsi della crisi favorirà la ripartenza dei prestiti ai privati.

Redazione MondoPMI
0
0
accesso-al-credito

Notizie positive da parte di Bankitalia: le previsioni sull’accesso al credito per il 2016 sono buone.

Questo è quello che emerge dal “Rapporto sulla Stabilità Finanziaria” (a questo link il documento completo), secondo bollettino dell’anno da parte della banca centrale italiana, che prevede per la metà del prossimo anno una ripresa dei prestiti al settore privato favorita da una graduale uscita del Paese dalla stretta della Crisi economica.

La Banca sottolinea come ancora il livello del credito resta molto inferiore alla media di lungo periodo, raffrontato al Prodotto Interno Lordo, ma che comunque ha superato la sua fase più critica. Il rafforzamento dell’economia diminuisce i rischi di stabilità economica, come gli indicatori della stabilità delle finanze pubbliche restano ancora favorevoli.

Per quanto riguarda le famiglie, Bankitalia si mostra ottimista; grazie all’aumento del reddito disponibile e i bassi tassi d’interesse, viene meno la vulnerabilità delle fasce più deboli e l’indebitamento resta basso nonostante la ripresa dei mutui immobiliari.

Per quel che riguarda l’accesso al credito delle imprese, si prevede un miglioramento generale, con una diminuzione significativa delle imprese finanziariamente vulnerabili e il miglioramento delle condizioni finanziarie coinvolgerà anche le aziende più indebolite dalla crisi. In ultima, viene segnalato nel report come l’incertezza del mercato cinese e delle altre economie in via di sviluppo, potrebbe avere effetti negativi su tutti i mercati.

Imaga Credit: Shutterstock

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × 4 =