Accesso al credito: EuroZona in ripresa ad Ottobre

Le manovre fiscali della BCE cominciano a sortire gli effetti desiderati.

Redazione MondoPMI
0
0
accesso-al-credito

Migliora l’accesso al credito bancario da parte del settore privato nell’area Euro, soprattutto per quanto riguarda le imprese.

Lo si deduce dal rapporto mensile della Banca Centrale Europea in seguito alle rilevazioni effettuate nel mese di Ottobre, che mostrano come i prestiti abbiano avuto un incremento dello 0.5% rispetto allo stesso periodo del 2014, in risalita dopo il +0,1% del mese di Settembre. Sempre secondo la BCE i dati corretti dagli effetti di cessioni e cartolarizzazioni bancarie segnano un ulteriore +0,6%.

Oltre alle imprese, anche le famiglie hanno positivamente incrementato la richiesta di credito, facendo segnare un ottimo +1,7%, 0,1% in più rispetto al mese precedente. Questo grazie al rafforzamento della componente principale dei prestiti alle famiglie rappresentata dai mutui per l’acquisto di case, che è passato dal +1,8% di Settembre 2015 al +2% di Ottobre. Il credito bancario ai privati sempre secondo la BCE, ha fatto registrare una crescita annua dello 0,9% rispetto allo 0,7% del mese di Settembre. Infine, il generale aggregato monetario M3 si è attestato al più 5,3% a Ottobre dal +4,9% del mese precedente.

Questi dati generici positivi indicano come la Banca Centrale stia pian piano, con le misure attuate di stimolo monetario, transitando nell’economia reale. Nonostante questo trend positivo, l’inflazione nell’Area Euro rimane debole, un fattore che obbligherà le istituzioni a potenziare ulteriormente le misure di sostegno all’accesso al credito.

Image Credit: Shutterstock

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

13 + 9 =