“AL VIA”: 300 milioni di fondi per le PMI in Lombardia

Un nuovo plafond da 300 Milioni, nuovi fondi per le PMI in Lombardia

Redazione MondoPMI
0
0
fondi per le PMI in Lombardia

La regione Lombardia vara un nuovo piano di stimoli all’investimento: tra garanzie ed aiuti in conto capitale, i fondi per le PMI in Lombardia si arricchiscono di un plafond da 300 milioni di euro. Lo scopo: spingere ulteriormente gli investimenti legati all’ammodernamento degli impianti, e premere per il rilancio o la riconversione delle aree produttive.

Il nuovo programma si chiama “Al Via”, e mette insieme fonti di finanziamento miste per realizzare differenti strumenti di agevolazione: la dotazione di 300 milioni arriva infatti

  • Da fondi europei – 75 milioni
  • Da Finlombarda, in collaborazione con la Banca Europea degli Investimenti – 110 milioni
  • Dal sistema bancario – 110 milioni

I fondi per le PMI in Lombardia saranno articolati in questi strumenti di agevolazione:

  • finanziamenti a tasso agevolato, coperti da una garanzia della regione (prestata gratuitamente).
  • contributi in conto capitale a fondo perduto (esclusivamente per progetti di riconversione dell’area EXPO, e per un massimo del 15% delle spese ammissibili in istruttoria).

Gli obiettivi di questi nuovi fondi per le PMI in Lombardia sono due

  1. stimolare programmi di ammodernamento ed ampliamento produttivo (anche di carattere immobiliare)
  2. riqualificare o riconvertire aree produttive

Tutto questo, attraverso un incremento degli investimenti in progetti che vadano in questa direzione.

Potranno quindi partecipare al bando le imprese che abbiano programmi in questi ambiti, considerevolmente vasti a dire il vero, purchè di orizzonte operativo non superiore ai 12 mesi.

Si potrà coprire fino al 95% del valore dell’investimento, che avrà un tetto massimo di 3 milioni per l’obiettivo 1, e di 6 per l’obiettivo 2.

 

Il processo di attribuzione dei fondi per le PMI in Lombardia

banner-tianticipo

Le PMI interessate dovranno avere sede nel territorio lombardo; potranno presentare la domanda per accedere agli strumenti di “Al Via” a partire dal 5 luglio 2017. Il bando si chiuderà alla fine del 2019, o in alternativa al raggiungimento di domande per un controvalore superiore al 120% del plafond concesso.

La domanda sarà sottoposta ad una istruttoria in due fasi:

  • nella prima, ciascun progetto verrà valutato in centesimi sulla base di criteri formali e tecnici.
  • Soltanto i progetti valutati al di sopra dei cinquanta centesimi accederanno alla seconda fase.
  • La seconda fase avrà natura economico/finanziaria

L’intero ciclo è previsto durare un massimo di 115 giorni; “Al Via” sembra dunque un piano che dà rilevanza ai tempi di erogazione dei fondi per le PMI in Lombardia: anche in fase di liquidazione, è prevista la possibilità di ricevere anticipi dal 20% al 70% della somma finanziata alla sottoscrizione del contratto.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quindici − 11 =