Factoring: il mercato italiano supera i 120 miliardi

Dati record per il mese di agosto in crescita del 6,17%.

Redazione MondoPMI
0
0
factoring-italia

Si conferma in grande crescita il mercato del factoring in Italia, con un incremento del 6,17% ad agosto 2016 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. A rivelarlo sono i dati Assifact, l’Associazione italiana che riunisce i maggiori operatori del settore, secondo cui il volume di affari cumulativo del mercato di casa nostra ha superato i 120 miliardi di euro.

Continua inarrestabile, quindi, la crescita di questa forma di finanziamento per le imprese che mira a fornire liquidità tramite la cessione dei crediti commerciali. Il factoring, infatti, è un contratto attraverso il quale l’azienda cede a una società specializzata (il cosiddetto factor) i propri crediti esistenti o futuri relativi a fatture già emesse, in cambio di denaro immediatamente spendibile.

Sempre secondo Assifact risulta in crescita l’ammontare dei crediti in essere, con un aumento del +6,01% relativo all’outstanding. Ancora più consistente, poi, si rivela la crescita relativa agli anticipi erogati, in salita fino a quota +8,35% nel mese di agosto 2016.

Con questi dati non risulta certo difficile immaginare una conclusione sempre più positiva per il 2016: l’ultima rilevazione Forefact condotta a luglio da Assifact dipinge una chiusura d’anno piuttosto rosea, con un volume di affari relativi al factoring che dovrebbe arrivare ad una crescita del +3,24%.

Image Credit: shutterstock

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 × 5 =