Reggio Calabria: incentivi alle PMI innovative calabresi

Bando per lo sviluppo di sistemi innovativi in Calabria

Redazione MondoPMI
0
0
incentivi alle PMI innovative calabresi

La Camera di Commercio di Reggio Calabria, al fine di favorire lo sviluppo imprenditoriale della propria regione, ha deciso di offrire nuove opportunità attraverso incentivi alle PMI innovative calabresi. Le micro, piccole e medie imprese calabresi potranno infatti partecipare al bando relativo al sostegno finanziario per lo sviluppo delle dotazioni strumentali ed il supporto agli investimenti in sistemi innovativi di videosorveglianza. Questa occasione vuole essere uno stimolo verso le aziende al fine di migliorare la qualità dei propri strumenti e macchinari: un altro obiettivo è quello di cercare di potenziare i livelli di sicurezza all’interno delle aziende. Attraverso quindi questi incentivi alle PMI innovative calabresi, la Camera di Commercio intende dimostrare la sua vicinanza e fiducia nella crescita economica e digitale di queste aziende e di tutto il sistema imprenditoriale della provincia.
L’innovazione oggi rappresenta infatti la base dello sviluppo di ogni singola azienda, sia che si tratti di una micro impresa o di una grande industria: oltre alla capacità di ottimizzare i tempi e le risorse necessarie per lo svolgimento delle attività, permette di garantire un controllo più attento dei processi e di tutta la struttura aziendale in generale.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Le PMI che vinceranno il bando potranno usufruire di contributi in conto capitale: gli incentivi alle PMI innovative calabresi potranno rappresentare al massimo il 50% della spesa effettuata e il sostegno finanziario concesso ad ogni progetto ammonta ad una cifra complessiva di 2.000 euro. L’importo totale stanziato dalla Camera di Commercio è di 150.000 euro.

Questo aiuto vuole essere anche un modo per avvicinare le PMI alla Camera e far conoscere loro i diversi servizi che questa offre alle imprese per sostenere la loro crescita aziendale.
Le richieste di contributo dovranno essere presentate esclusivamente in via telematica all’interno del sistema web di Infocamere: sarà possibile trasmettere tutta la documentazione richiesta dalle ore 8:00 del 20 settembre 2017 fino alle ore 20:00 del 27 settembre 2017.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 × 4 =