Il Salone dei Pagamenti: nuovi metodi di pagamento

Innovazione, nuove tecnologie e sicurezza in ambito finanziario

Redazione MondoPMI
0
0
nuovi metodi di pagamento

Mancano ormai pochi giorni all’avvio della seconda edizione de il Salone dei Pagamenti – Payvolution, l’evento che avrà luogo al MICO MILANO CONGRESSI il 22, 23 e 24 novembre 2017: il tema attorno a cui volgerà l’evento riguarda sostanzialmente i nuovi metodi di pagamento ed i trend emergenti all’interno del comparto. Durante le tre giornate si svolgeranno infatti conferenze e workshop in cui operatori del settore bancario ed esperti di digital transformation approfondiranno temi legati al sistema dei pagamenti in un’ottica più innovativa.
L’obiettivo di ABI Servizi, organizzatore dell’evento, è proprio quello di promuovere la cultura dell’innovazione, attraverso nuovi metodi di pagamento, ed informare le persone sulle opportunità presenti nel mercato: il Salone dei Pagamenti vuole essere un occasione per incentivare la creazione di rapporti di business tra banche e imprese, ma anche per fornire utili aggiornamenti ad aziende e ad altre organizzazioni, pubbliche o private.
L’evento è infatti rivolto a tutti i soggetti che vedono l’innovazione come un mezzo utile per poter sviluppare le attività o su cui basarsi per ampliare il proprio business: potranno partecipare imprese bancarie e non, start up e Fintech, Small Business e professionisti con partite Iva, società di consulenza e studi legali, istituzioni, Università e scuole, associazioni di consumatori e cittadini.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

I temi cardine della seconda edizione de il Salone dei Pagamenti riguardano in generale i trend emergenti, le nuove tecnologie e la sicurezza. Vengono poi messi in luce più nello specifico i diversi ambiti nei quali vengono utilizzati i sistemi di pagamento innovativi: nelle diverse conferenze si focalizza infatti l’attenzione su alcuni particolari settori, come il commercio elettronico o al dettaglio, o su determinati argomenti, come i big data e l’intelligenza artificiale.
Per l’ultima giornata l’evento vuole dare spazio anche al tema dei pagamenti da e per la Pubblica Amministrazione, dando la parola a diverse figure di rilievo del settore: tra i relatori sarà presente anche Raffaele Zingone, responsabile di Banca IFIS Impresa Italia, il quale presenterà TiAnticipo, un nuovo prodotto che permette di concedere anticipi alle aziende che vantano crediti certificati con la Pubblica Amministrazione. La piattaforma di Banca IFIS, di cui abbiamo già parlato qui, mette quindi a disposizione delle PMI, uno strumento finanziario estremamente rapido e semplice, utilizzando le potenzialità fintech e mettendo in rilievo la recente evoluzione e innovazione dei nuovi metodi di pagamento.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2 × tre =