Il Veneto mette al sicuro le PMI dell’arco alpino

Il progetto C-TEMAlp vede coinvolti 11 partner e 6 Paesi europei.

Redazione MondoPMI
0
0
PMI-arco-alpino

Trasferire o delocalizzare, per ridare spunto alle PMI dell’arco alpino a rischio chiusura a causa dei cambiamenti demografici.

Questo è il riassunto del progetto C-TEMAlp (Continuity of Traditional Enterprises in Mountain Space areas) sostenuto dalla Regione Veneto attraverso Veneto Innovazione, società che si occupa di sostenere e sviluppare la ricerca e l’innovazione all’interno del sistema produttivo regionale. Finanziato dall’Unione Europea nel programma ‘Alpine space’ per il periodo 2014-2020, conta su un budget complessivo di circa 2 milioni di Euro e avrà la durata di 3 anni.

trasferire per crescere

C-TEMAlp, presentato a Bruxelles nei giorni scorsi, nasce con l’obiettivo di dare continuità e un concreto sostegno a quelle imprese dello Spazio Alpino che a causa della mancata possibilità di trasferire la proprietà vedono a rischio il proprio futuro. L’invecchiamento e le difficoltà nella fase di passaggio generazionale sono un grosso ostacolo per queste aziende, quasi nella totalità PMI. Il trasferimento d’impresa non sarà però, secondo Veneto Innovazione, un momento critico per la vita delle imprese interessate, ma bensì offrirà una possibilità di cambiamento tecnologico che mira a rafforzare il potenziale di innovazione e rinnovamento delle aziende stesse.

banner-tianticipo

una rete di professionisti al servizio delle pmi

Verranno sviluppati una serie di servizi di supporto dedicati alle imprese e sperimentate alcune azioni pilota di trasferimento d’impresa transnazionale, migliorando allo stesso tempo il livello d’innovazione delle PMI coinvolte. Saranno istituite una rete di agenzie e intermediari che forniranno agli imprenditori che vorranno intraprendere questo percorso, strumenti e servizi di mentoring armonizzati a livello transnazionale. Ad affiancare tutti questi servizi, ci sarò la nascita di una piattaforma comune di scambio, dove acquirenti e venditori di aziende entreranno in contatto per effettuare la contrattazione.

“In pratica è l’altra faccia rispetto al supporto alle startup”, afferma Ivan Boesso, direttore del dipartimento politiche europee di Veneto Innovazione, “cerchiamo di mettere insieme una serie di servizi di base coordinati” offrendo “la possibilità a chi sta chiudendo o ha la volontà di vendere di trovare un possibile acquirente a livello di spazio alpino”. Il “trasferimento d’impresa” è “un passaggio molto critico nel quale noi cerchiamo d’inserire anche un po’ di innovazione, che può rendere più appetibile l’impresa che sta per essere venduta”, precisa il direttore.

C-TEMAlp conta 11 partner in 6 Paesi e, dopo aver svolto una fase di studio e coordinamento, ora si concentrerà sul contatto con le imprese, con l’obiettivo di chiudere le prime transazioni entro l’inizio del 2018. Oltre a Veneto Innovazione al progetto partecipano in veste di partner anche Unioncamere del Veneto-Eurosportello Veneto, Csmt Gestione Scarl, la Camera di commercio di Bolzano, Innovation Region Styria ltd, la Camera di commercio italo-tedesca, la Camera di commercio di Monaco, la Camera di commercio di Marsiglia-Provenza, Aem-Association Mountain Regions, Rccss di Maribor e la University of applied science di Chur.

Per maggiori informazioni www.alpine-space.eu/projects/c-temalp.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image Credit: shutterstock

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 × cinque =