SAS Forum Milan 2017: il futuro del business passa da qui

Industria 4.0, intelligenza artificiale, Internet of Things e Digital Transformation saranno i temi principali.

Redazione MondoPMI
0
0
SAS-Forum-Milan

L’11 aprile si terrà la 12ma edizione di SAS Forum Milan, l’appuntamento annuale dedicato agli analytics, in cui esperti internazionali del settore si confronteranno sui trend rilevanti che cambieranno il modo di fare impresa: industria 4.0, intelligenza artificiale, Internet of Things e Digital Transformation.

Il cambiamento in atto è radicale, riguarderà le imprese di ogni settore e non sarà limitato solamente alla digitalizzazione dei processi e all’implementazione di nuove tecnologie. Con la digitalizzazione dei processi sarà riconfigurata l’esperienza dei clienti e saranno proposti nuovi modelli di business: diventano così fondamentali, la prontezza al cambiamento e la velocità decisionale con alla base di questa trasformazione i dati e la loro analisi.

Su questo tema Marco Icardi, AD di SAS Italy e SAS Regional Vice President, afferma che “oggi la sfida è farsi trovare pronti e prevedere possibili scenari futuri. Sapere e poter reagire velocemente sarà fondamentale per ogni impresa. L’analisi dei dati rappresenta un’importante chiave di lettura della realtà e del mercato di oggi e di domani. SAS Forum Milan è dedicato a coloro che credono nell’innovazione come motore per la competitività. Contenuti di valore, demo session e best practice internazionali accompagneranno i partecipanti verso il cambiamento e verso una rivisitazione dei processi in ottica data driven”.

Durante il Forum saranno esplorate tutte le potenzialità degli analytics, con interventi di esperti, clienti, partner e Università, in molteplici aree applicative, tra cui:

  • digitalizzazione dei processi;
  • customer experience personalizzata;
  • gestione del dato come elemento di differenziazione e le sua regolamentazione;
  • adeguamento alle normative in ambito rischio alla gestione delle frodi;
  • Internet of Things e Analytics of Things;

L’edizione 2017 darà risalto anche ai giovani. Sarà data la possibilità a studenti universitari, neo laureati e studenti di istituti superiori di intervistare esperti del settore e accademici e partecipare a sessioni dedicate ai lavori del futuro e alle nuove professionalità dell’industria 4.0.

Emanuela Sferco, SAS Regional Marketing Director di SAS, spiega come ora si stia “vivendo un’era di cambiamento epocale, in cui la convergenza tra fisico e digitale è ormai compiuta. Generiamo quotidianamente un patrimonio informativo d’inestimabile valore che ora, opportunamente gestito, permetterà di avvicinare l’uomo alla comprensione totale del mondo. Oggi gli analytics guidano ogni cosa e occorrono nuovi strumenti per padroneggiare, tradurre e trasformare i dati con modalità innovative che liberino nuove forme di valore”.

SAS Forum Milan è l’incontro annuale di rilevanza internazionale rivolto a aziende, enti pubblici e privati e mondo accademico, in cui la community in continua espansione di manager e professionisti di ogni settore promuove l’innovazione, la crescita manageriale e attività di networking.

Per maggiori informazioni consulta il sito ufficiale di SAS Italy.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

19 + 5 =