Istat: ad Ottobre indice fiducia imprese record

Fiducia dei consumatori e imprese a livelli pre-crisi, la ripartenza economica sembra più vicina.

Redazione MondoPMI
0
0
indice-fiducia-imprese

L’indice della fiducia dei consumatori e delle imprese calcolato mensilmente dall’ISTAT mostra per il mese di Ottobre un trend molto positivo facendo seguito agli ottimi risultati degli ultimi mesi.

Espresso in base 2010=100, durante quest’ultimo mese l’indice è passato da valore 113 del mese precedente all’attuale 116,9. L’ indice fiducia imprese, in egual modo, fa segnare per il terzo mese consecutivo segno più, il miglior risultato dopo l’inizio della crisi (Ottobre 2007), passando da 106,1 a 107,5 punti: nel commercio al dettaglio migliorano i giudizi sia le vendite correnti sia le previsioni sulle vendite future.

Istat mostra un quadro generale dove, tutte le componenti della fiducia sono in positivo; migliorano i giudizi sulla situazione economica odierna e diminuiscono le attese di disoccupazione.

Per quel che riguarda la fiducia delle imprese si registra un ottimo clima per i servizi di mercato, della manifattura e del commercio al dettaglio. Meno brillanti i giudizi nel settore costruzioni a causa del calo delle attese sugli ordini e i piani di costruzione. Crescono le attese sull’andamento generale dell’economia, per le imprese di servizi mentre calano i giudizi e le attese sul livello degli ordini. Sempre secondo l’indice di statistica, aumentano le intenzioni di acquisto di automobili da parte dei consumatori, invariati, invece, restano gli indici sugli orientamenti all’acquisto di un’abitazione.

Confesercenti commenta positivamente i dati sottolineando come sia le imprese che le famiglie siano tornate a credere nella ripartenza economica del Paese. D’altra parte si continuano a chiedere interventi decisi da parte del Governo per migliorare fiscalità, infrastrutture, burocrazia ma soprattutto una semplificazione delle norme sull’accesso al credito.

Image credit: Shutterstock

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 × 5 =