Recuperare crediti in paesi esteri: nella UE è più semplice

con l'ordinanza prevista dal regolamento 655/2014

Redazione MondoPMI
0
0
recuperare crediti in paesi esteri

L’attività del consiglio europeo in tema di credito trasfrontaliero ha reso più facile negli ultimi anni recuperare crediti in paesi esteri, purchè appartenenti alla UE. Il tema delle insolvenze da parte di debitori esteri è particolarmente rilevante per le PMI, per le quali si stimano perdite per circa 600 milioni l’anno. Le piccole e medie imprese sono più esposte di altre organizzazioni a questi fenomeni: il recupero dei crediti è già di per sé un’attività complessa e costosa, nella quale le PMI partono svantaggiate per questioni economiche e di competenza – tanto che lo Stato italiano si è premurato di costituire nella legge di stabilità 2015 un apposito fondo per tutelare proprio queste imprese dai rischi di mancato pagamento. Se poi si parla di recuperare crediti in paesi esteri, tutto diventa più complesso e costoso: le differenti normative e le competenze necessarie ad agire in esse richiedono la comprensione di dinamiche articolate e l’intervento di specialisti. Spesso poi queste barriere di fatto vengono utilizzate per raggiri, o per occultamento di somme, con un conseguente danno per l’azienda creditrice.

Attraverso il regolamento UE 655/2014 del Parlamento e Consiglio Europeo, si può chiedere ad un tribunale di un paese UE un’ordinanza di tutela del credito: il caso deve riguardare un debitore con sede, o con domicilio bancario in un paese UE diverso da quello del creditore. Il tribunale o l’autorità a cui fare richiesta sarà quella del paese in cui ha sede il debitore, o quello in cui il debitore ha la propria banca. In presenza di un rischio concreto di perdita o occultamento di fondi, l’ordinanza porta al sequestro conservativo sui conti bancari del debitore, anche se residente in altri paesi della UE (con l’eccezione di Danimarca e Gran Bretagna), ed ha valore su tutto il territorio dell’Unione (ancora, con eccezione di Danimarca e Gran Bretagna)

Lo strumento è decisamente utile nel recuperare crediti in paesi esteri perché è costruito con un particolare favore nei confronti del creditore, e comporta procedure estremamente semplici per essere ottenuto.

Recuperare crediti in paesi esteri: come ottenere l’ordinanza del regolamento 655/2014

Per richiedere l’ordinanza, il creditore può limitarsi a compilare un modulo on line, al quale dovrà allegare una serie di documenti; già da questo elemento si può notare una semplificazione operativa sicuramente favorevole al creditore, soprattutto se si tratti di una PMI. Altro elemento positivo per recuperare crediti in paesi esteri è che non sarà necessario indicare il numero di conto corrente del debitore: nella domanda sarà sufficiente indicare il nome del debitore ed il nome della banca.

In merito alle procedure, ci sono due elementi degni di nota

  • L’autorità a cui viene inviata la domanda deve dare risposta entro 10 giorni, emettendo l’ordinanza o non emettendola. Il termine restrittivo ha la finalità di evitare trasferimenti di somme a scopo di occultamento
  • L’ordinanza viene emessa senza sentire il debitore, sempre per prevenire trasferimenti occultatori

Il debitore può opporsi all’ordinanza, anch’esso con procedure snelle (compilazione di un modulo di opposizione, anche on line), a garanzia di equità del trattamento.

Una volta emessa, l’ordinanza facilita le azioni per recuperare crediti in paesi esteri interni alla UE: le autorità nazionali sono obbligate a congelare fondi sul conto corrente del debitore per l’importo del credito indicato. Va però tenuto conto che essa non si applica a crediti su debitori che abbiano in corso procedure di fallimento o concordati.

Recuperare crediti esteri: l’UE contro il turismo dei fallimenti

Le nuove norme entrate in vigore a gennaio 2017 affrontano anche questo aspetto delle difficoltà a recuperare crediti esteri; si era infatti diffusa la pratica, presso imprese in difficoltà, di trasferire la sede all’estero poco prima del fallimento, scegliendo paesi con discipline meno rigide in materia di recupero crediti. Sarà ora più difficile optare per queste soluzioni: in presenza di una richiesta di trasferimento estero, il giudice dovrà valutare se essa possa essere motivata unicamente da esigenze di occultamento di fondi; in questo caso, potrà negare la richiesta.

Recuperare crediti esteri: le eccezioni al 655/2014

Oltre alla già citata esclusione dei crediti verso debitori in procedura di fallimento o concordato, il regolamento prevede altre eccezioni per l’utilizzo dell’ordinanza di congelamento dei fondi. Data la natura specificatamente rivolta alle aziende di questo provvedimento, le esclusioni riguardano quasi soltanto e situazioni in cui a recuperare crediti esteri non siano aziende su altre aziende; pertanto, non è possibile ottenere l’ordinanza per

  • Crediti di ambito tributario
  • Crediti di ambito doganale
  • Crediti di ambito amministrativo
  • Crediti relativi agli obblighi dello stato, che siano legati ad atti compiuti nell’esercizio dei pubblici poteri
  • Crediti derivanti da obblighi tra coniugi
  • Testamenti e successioni

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

  • R. Giorgio DI GIACOMO- VENEZIA

    Oggi il problema principale delle MICRO e PMI, è la gestione del loro assetto finanziario e le tecniche da attivare non sono sempre scontate, anche se ci sono le soluzioni.
    Su questo argomento andrebbe meglio sviluppato un confronto con approfondimenti, per rendere operativo un percorso veloce e pratico al quale possano accedere sia le MICRO, sia le PMI.

  • Flavio Marzi

    Ottima esposizione.
    Un tema di riflessione: prima del 2009, le banche offrivano la quasi totalità degli strumenti finanziari alle PMI.
    La crisi ha reso senz’altro più rischioso investire dei capitali in crediti alle PMI, ma credo che lo spazio sia ancora molto importante, in rapporto a quanto sia stato sottratto dal sistema bancario alle PMI stesse.
    Dobbiamo anche considerare che, le soglie della “bancabilità” di una PMI, si sono molto abbassate a causa dei notevoli problemi di liquidita interni al sistema bancario stesso e per gli effetti sulle riserve delle varie “Basilea”.
    Sull’argomento della rischiosità, nulla vieta ad un investitore di chiedere il rating (bancario o indipendente) della (o delle) PMI che intende finanziare e di richiedere forme, che possono essere anche non troppo costose, di verifica o certificazione dei bilanci e delle trimestrali.
    Anche limitarsi ad aziende che operino nell’area di residenza del finanziatore può essere una cautela opportuna.

  • Alice Borio

    Alberto, nel caso in cui un professionista anticipi ad un committente un importo per spese pubblicitarie volte a promuovere l’attività del committente, quindi, non c’è IVA, è corretto? Che dicitura bisogna inserire in fattura? E’ sufficiente “rimborso spese pubblicitarie” allegando la rispettiva fattura con il costo sostenuto? Grazie!

  • Beobank

    JAPERTURE / VACANZE DI TREVI ORTA

    Sono necessari individui qualificati per riempire posizioni vacanti.

    1. Driver – 2.000 dollari
    2. Agenti pubblicitari – 3.000 dollari
    3. Esperti immobiliari / broker – $ 3.500
    4. Marketing Manager – $ 4.200
    5. Agente relazioni pubbliche – $ 3.600
    6. Ragionieri del personale – $ 3.800
    7. Receptionisti – $ 2.800. eccetera.
    Ci sono altre posizioni vacanti così le persone interessate possono applicare tramite la società
    Email di applicazione su treviortaestateholdings@gmail.com. Le voci di applicazione sono ora
    Aperto.

  • Beobank

    Beobank è una holding finanziaria europea fondata non solo per il settore bancario
    Attività ma anche per aiutare le istituzioni e gli individui a risolvere le loro difficoltà finanziarie.
    A Beobank, prestiti di qualsiasi tipo come; Prestiti a domicilio, prestiti consolidati, prestiti auto, personali
    Prestiti, prestiti educativi, prestiti commerciali, prestiti payday vengono offerti con un interesse amichevole ai clienti
    Vota. Con una licenza europea, non vi è alcuna forma di ritardo durante ogni transazione e clienti
    Ottenere per godere piena soddisfazione del cliente. Fai domanda per un prestito a tua scelta a Beobank oggi e sarai felice
    Hai fatto. Contattare via email: beobankstandardloans@gmail.com
    Alla risposta, verrà inviato un modulo di domanda di prestito per riempire e iniziare.

    Grazie.

  • Beobank

    JAPERTURE / VACANZE DI TREVI ORTA

    Sono necessari individui qualificati per riempire posizioni vacanti.

    1. Driver – 2.000 dollari
    2. Agenti pubblicitari – 3.000 dollari
    3. Esperti immobiliari / broker – $ 3.500
    4. Marketing Manager – $ 4.200
    5. Agente relazioni pubbliche – $ 3.600
    6. Ragionieri del personale – $ 3.800
    7. Receptionisti – $ 2.800. eccetera.
    Ci sono altre posizioni vacanti così le persone interessate possono applicare tramite la società
    Email di applicazione su treviortaestateholdings@gmail.com. Le voci di applicazione sono ora
    Aperto.

  • Raymond Benson

    Buona tutti.
    Hai bisogno di un prestito?? Contattare questa email (co-operative1@hotmail.com), il mio nome Sig.ra, Renee Phillips, sono Stati Uniti CA, sono sposato, ho cercato una vera e propria società di prestiti negli ultimi 2 anni e tutto quello che ho ottenuto è stato un mucchio Di truffe che mi hanno fatto fiducia e alla fine della giornata hanno preso tutti i miei soldi e mi hanno lasciato senza soldi, tutta la mia speranza è andata persa, mi sono confusa e frustrata, ho perso il mio lavoro e la trovo molto difficile da nutrire Famiglia, non ho mai voluto fare niente, le compagnie di prestito più in rete, quindi sono andato a prendere in prestito un po ‘di soldi da un amico, le ho detto tutto ciò che è accaduto e lei ha detto che può aiutarmi, che conosce una compagnia di prestito che possa aiutare Me, che ha appena ricevuto un prestito da loro, lei mi ha indirizzato su come candidarsi per il prestito, ho fatto come mi ha detto, ho applicato, non ho mai creduto, ma ho provato e con mia sorpresa ho ottenuto il prestito in 24 ore, Non ho potuto credere ai miei occhi, sono felice e ricco oggi e sto ringraziando Dio che tali compagnie di prestiti come questo esistono ancora, ti prego di consigliare tutti là fuori Che hanno bisogno di prestito per andare per il signor Robert .M. Clark Email via; (Co-operative1@hotmail.com). Non sapeva che lo faccio per lui, ma devo solo farlo perché molte persone sono là fuori che hanno bisogno di un prestito., Non mancheranno mai, la tua vita cambierà come la mia.

  • FINANCIAL AID

    Ciao caro,

    Mi chiamo Mary Osborn e sono il direttore generale della società Moon Loan Firm e diamo credito al tasso di interesse del 2% per i festival futuri.

    Se stai chiedendo un prestito urgente per risolvere i tuoi problemi finanziari, non esitate a contattarci al nostro indirizzo email: moonlightloanfirm@gmail.com

    Hai bisogno di credito d’affari?
    Hai bisogno di un credito personale?
    Vuoi comprare una macchina?
    Vuoi rifinire?
    Hai bisogno di un mutuo ipotecario?

    Forniamo prestiti da almeno $ 5.000 a fino a $ 10.000.000, e rispondiamo alla posta in modo molto affidabile e regolare.

    Se sei un proprietario di idee gravi, contattaci oggi:
    EMAIL: moonlightloanfirm@gmail.com
    Spero di sentire da te presto.

    Saluti
    MRS MARY