Assunzioni imprese: ultimo trimestre 2015 a +10%

Aumentano gli indeterminati, bene gli Under 30.

Redazione MondoPMI
0
0
assunzioni

Il sistema informativo Excelsior, realizzato da UnionCamere e Ministero del Lavoro parla chiaro: nel 2015 aumentano le assunzioni in azienda.

L’analisi sulle previsioni di assunzione delle imprese dell’industria e dei servizi, effettuata tra Ottobre e Dicembre di quest’anno ha constatato che saranno oltre 191mila le entrate programmate, tra assunzioni in senso stretto e altri tipi di contratto (somministrazione o lavoro parasubordinato).

Il tasso di crescita destagionalizzato della domanda di lavoro cresce del +10,9%, rispetto all’ultimo trimestre del 2014, con i contratti a tempo indeterminato che raggiungono il 25,4% e la quota di assunzioni destinata agli Under 30 che supera il 30%.

Per percepire il reale andamento dell’occupazione nel privato, si è dovuto depurare il dato delle 191mila entrate previste dagli effetti della stagionalità, che nell’ultimo trimestre dell’anno sono abitualmente molto consistenti.

A conti fatti, quindi, si è scoperto che le entrate sono in aumento già dai mesi scorsi ma che proprio in questo trimestre hanno raggiunto il valore più alto degli 13 trimestri. Aumentano le assunzioni stabili del +5,6% su base trimestrale e del 43,9% su base annua, coprendo il 29,4% delle entrate totali. Le assunzioni a tempo indeterminato aumentano del +7,3% (54,7% rispetto al 2014), mentre rallentano i contratti di apprendistato e quelli a tempo determinato, mentre riprendono quota gli interinali e i lavoratori con Partita IVA.  Singolare come, in vista del Giubileo, le imprese del Lazio stiano aumentando i posti di lavoro offerti di circa un quarto rispetto al 2014.

Image Credit: Shutterstock

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dodici + diciassette =