La Provincia di Brescia a supporto delle PMI che assumono giovani e donne

Studio Baldassi
0
0
lavoratori brescia

Non manca il lavoro nel bresciano, ma va necessariamente supportato. Sembra essere questa la motivazione che ha spinto la Provincia di Brescia a continuare ad aiutare le Piccole Medie imprese lombarde che intendono crescere e sfidare la crisi assumendo dei nuovi dipendenti  appartenenti alle categorie meno protette, come donne e giovani.

Dopo il successo ottenuto nel 2012 con il programma “Concretamente“, che ha permesso al 73% delle donne inserite in azienda mediante tale iniziativa di trasformare il proprio contratto a tempo indeterminato, quest’anno si ripete con un nuovo Bando. Il progetto si rivolge a 65 donne e 35 tirocinanti (delle aree della Valle Camonica e del Sebino) che se assunti con regolare contratto per almeno dodici mesi potranno far beneficiare all’azienda ospitante un contributo compreso tra 1500 e 6500 euro in base alla tipologia contrattuale offerta.

Il premio verrà erogato solo dopo i 12 mesi  previsti, limitando cosi eventuali azioni speculative verso un’iniziativa che, per la tipologia di contributi offerti, potrebbe permettere a molte aziende di ripartire formando i loro futuri manager.

Per maggiori info: clicca qui

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Studio Baldassi

Studio Baldassi

Dal 1990 lo Studio Baldassi affianca imprese e organizzazioni di vari settori merceologici, prevalentemente PMI del Nord Italia, e recentemente anche la Pubblica Amministrazione. La sua missione: ‘aiutare le aziende ad aiutarsi' per un business migliore.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × 1 =