Lombardia: 6 milioni per la formazione professionale

Redazione MondoPMI
0
0
formazione professionale lombardia

La Regione Lombardia ha recentemente annunciato lo stanziamento di un finanziamento pari a 6,3 milioni di euro per la formazione professionale dei giovani apprendisti, che verranno suddivisi tra le Province lombarde in modo da garantire un efficace programmazione anche nelle città minori.

Nello specifico:

  • il 90% dei finanziamenti, ovvero circa 5,13 milioni di euro, verranno destinati alle attività formative vere e proprie;
  • il 10% andrà a coprire le azioni di sistema ed accompagnamento connesse all’attività formativa di apprendistato.

Dietro questo intervento c’è la volontà di garantire un’offerta formativa coerente alle necessità delle PMI del territorio e che, soprattutto, consenta il rilancio dell’occupazione giovanile grazie alla creazione di nuove realtà e alla formazione di una classe di lavoratori qualificata e altamente produttiva.

Ad incentivare l’occupazione giovanile si aggiungono anche iniziative come “Garanzia Giovani”, nata con lo scopo di porre un freno alla disoccupazione giovanile permettendo l’inserimento in diverse realtà professionalizzanti dei giovani inoccupati non impegnati in alcuna attività formativa e lavorativa.

Per maggiori informazioni: regione.lombardia.it

[callto]CERCHI CREDITO PER LA TUA IMPRESA?[/callto]

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Redazione MondoPMI

Redazione MondoPMI

MondoPMI è il blog dedicato a i principali temi di interesse per imprenditori e manager di piccole e medie imprese. Credito, innovazione e novità legislative sono i principali argomenti del nostro blog.

Ultimi post su Twitter

3 risposte a “Aprire Partita IVA nel 2015: quanto costa?”

  1. Grazie di questo preciso specchietto; chiedo anche quanto potrebbe essere un costo annuale di gestione da parte di un commercialista

  2. Ciao Paolo, grazie per il commento. Il costo annuale del commercialista dipende molto dalla zona e dal professionista che interpelli. In media si tratta di 1.000 euro all’anno ma potrebbe variare da 500 a 2.000 euro. Un altro aspetto da considerare oltre a quelli citati nell’articolo è l’adesione al regime dei minimi. Il miglior consiglio resta sempre quello di rivolgersi ad un commercialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

17 − quindici =