Auto aziendali: le sanzioni applicabili da dicembre

Redazione MondoPMI
0
0

Sono diventate applicabili le nuove sanzioni per le auto aziendali, entrate in vigore a partire dal 3 novembre 2014.

Sanzioni che decorrono dallo scorso 4 dicembre, trovando applicazione solo per i casi accertati trascorsi 30 giorni dall’entrata in vigore della norma.

Novità particolarmente interessanti per professionisti e Piccole Medie Imprese che prevedono nello specifico:

  • l’obbligo di registrare alla Motorizzazione e annotare sulla carta di circolazione il nome di chi è intestatario temporaneo di un veicolo aziendale;
  • l’annotazione sulla carta di circolazione è obbligatoria solo nel caso in cui il veicolo venga assegnato alla persona per uso esclusivo, personale e continuativo per un periodo superiore a trenta giorni, anche in caso di comodato a meno che il comodatario non sia un familiare convivente.

La violazione per l’omessa comunicazione all’Ufficio periferico del Dipartimento dei Trasporti Terrestri può essere contestata solo alla persona avente causa, mentre ad essere obbligato in solido per tutte le violazioni al Cd.S. punibili con sanzione amministrativa pecuniaria è il proprietario del veicolo.

Il Ministero dell’Interno, ha precisato che le norme non sono retroattive. In caso di omissione alla sanzione – previste dall’art. 94, comma 4-bis del C.d.s – corrisponderà un importo di 705 euro, e il ritiro della carta di circolazione.

[callto]CERCHI CREDITO PER LA TUA IMPRESA?[/callto]