100 milioni di finanziamenti per Fabbrica Intelligente

AFIL ha consolidato il proprio ruolo di protagonista come motore di nuove iniziative, tramite la promozione di network tra imprese, università e Regione Lombardia.

Redazione MondoPMI
0
0
fabbrica-intelligente

L’AFIL, l’Associazione Fabbrica Intelligente Lombarda, ha assegnato 100 milioni di Euro in progetti di ricerca e innovazione. Fanno parte dell’AFIL 131 imprese, le quali sono affiancate da 13 enti di ricerca e università e 10 associazioni datoriali territoriali e di categoria del sistema Confindustria. L’Associazione Fabbrica Intelligente Lombardia è uno dei 9 cluster identificati ufficialmente dalla Regione Lombardia, con Aerospazio, Agrifood, Ambienti di vita, Chimica verde, Energia, Mobilità, Scienze della vita, Smart communities.

I finanziamenti hanno riguardato principalmente:

  • per 50 milioni di Euro per progetti legati all’iniziativa europea Vanguard, di cui AFIL ne è coordinatore a livello europeo;
  • per 29 milioni di Euro in progetti di ricerca e innovazione;
  • per 4 milioni di Euro in progetti di policy making in collaborazione con la Regione Lombardia;
  • per il restante in altri progetti, ad esempio legati a Interrog e Horizon 2020.

Stefano Scaglia, presidente di AFIL ha dichiarato che “Il cluster Lombardo della Fabbrica ha consolidato il proprio ruolo di protagonista come motore di nuove iniziative, tramite la promozione di network tra imprese, università e Regione Lombardia. Attraverso queste iniziative hanno preso le mosse collaborazioni tra imprese e centri di ricerca, joint-venture, progetti finanziati. Così, grazie a Regione Lombardia e AFIL le imprese lombarde stanno aumentando la loro capacità di proposta e di influenza ai tavoli di Bruxelles”.

[BannerArticolo]

I RISULTATI DELLA RICERCA ASTER

Una ricerca condotta da ASTER, la Società Consortile dell’Emilia-Romagna per l’Innovazione e il Trasferimento Tecnologico, ha evidenziato come l’Italia sia al secondo posto nella classifica europea, preceduta solamente dalla Spagna, per l’assegnazione dei fondi stanziati dallo SME Instrument e dedicati alle PMI, per un totale di 82 milioni di Euro.

Con un focus sull’Italia, la Lombardia è la regione italiana con il maggior numero di progetti finanziata con 104, seguita da Emilia Romagna con 63 progetti.

Infine Riccardo Comerio, Presidente dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, dichiara: “possiamo e dobbiamo però fare meglio e lo stesso Piano Nazionale della Ricerca si pone l’obiettivo di raggiungere la quota del 10% dei finanziamenti Ue di Horizon 2020. È vero che per alcune voci delle “call” legate all’industria come quelle dello Spazio, delle Nanotecnologie e delle PMI, siamo, anche grazie ai Cluster come AFIL e come il Lombardia Aerospace Cluster, sopra questa soglia, ma il dato medio nazionale rimane intorno all’8%. Ben lontano dai livelli di Germania e Inghilterra, Brexit permettendo, e comunque dietro a Francia, Spagna e Olanda. È singolare che l’Italia, il Paese in cui il modello del distretto è nato, non sia ancora in grado di cogliere, dunque le opportunità offerte ad esso dall’Europa. L’Italia in tutta la sua ricchezza di distretti industriali deve saper primeggiare”.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock