2016: ancora fondi a supporto delle PMI innovative

Nuovi mercati e tutela dei marchi al centro dei concorsi di inizio anno.

Laura Aglio
0
0
pmi-innovative

SME INSTRUMENT: Un 2016 di risorse europee per l’innovazione

Cosa finanzia: “disruptive innovation”, ovvero attraverso il concept, servizio o prodotto proposto, le PMI devono essere in grado di creare un nuovo mercato che utilizzi prodotti e servizi che siano di rottura rispetto al passato

Ambiti di intervento:

  1. Innovazioni nel settore ICT
  2. Nanotecnologie e/o altre di tecnologie avanzate per la produzione manifatturiera e altri materiali
  3. Supporto dedicato alle PMI nel settore delle biotecnologie per colmare il divario dal laboratorio al mercato
  4. Ricerca e sviluppo nel campo spaziale
  5. Sostegno alle PMI innovative nel settore sanitario delle biotecnologie
  6. Accelerare l’introduzione sul mercato di soluzioni ICT per la salute e il benessere
  7. Stimolare il potenziale d’innovazione delle PMI per un’agricoltura sostenibile e competitiva
  8. Distribuzione di soluzioni innovative per la crescita blu (mari e oceani)
  9. Sistemi energetici a basse emissioni di carbonio
  10. Ricerca e innovazione nel settore dei Trasporti e per la mobilità e la crescita intelligente delle città
  11. Accrescere il potenziale delle PMI nelle azioni a sostegno del clima, l’ambiente, l’efficienza delle risorse e l’utilizzo delle materie prime
  12. Nuovi modelli di business per società sempre più inclusive e innovative
  13. Ricerca e sviluppo di sistemi innovativi per il settore della sicurezza

 

Beneficiari: piccole e medie imprese singolarmente o in rete con altre PMI

 

Risorse: 2,5 milioni di euro – sino ad un massimo di € 50.000 per eseguire il preliminare studio di fattibilità (fase1) e sino ad un massimo di € 2.500.000 per la prototipazione – messa in opera del progetto (fase2)

Termini e modalità:

FASE 1 (studio di fattibilità):

24 Febbraio 2016

03 Maggio 2016

07 Settembre 2016

09 Novembre 2016

 

FASE2 (Prototipizzazione):

03 Febbraio 2016

14 Aprile 2016

15 Giugno 2016

13 Ottobre 2016

 

Link al bando

 

MARCHI+2: Tutela di marchi all’estero per le mpmi 

 

Cosa finanzia: concessione di agevolazioni in favore delle PMI per l’estensione all’estero (sia a livello comunitario che a livello internazionale) dei propri marchi

Ambiti di intervento:

Misura A): Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi comunitari presso UAMI (Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno) attraverso l’acquisto di servizi specialistici. Possono richiedere l’agevolazione le imprese che alla data di presentazione della domanda di agevolazione abbiano effettuato almeno una delle seguenti attività:

– deposito domanda di registrazione presso UAMI di un nuovo marchio;

– deposito domanda di registrazione presso UAMI di un marchio registrato (o per il quale sia stata depositata domanda di registrazione) a livello nazionale di cui si abbia già la titolarità;

– deposito domanda registrazione presso UAMI di un marchio acquisito da un terzo e già registrato (o per il quale è stata depositata domanda di registrazione) a livello nazionale.

Misura B): Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici. Possono richiedere l’agevolazione le imprese che alla data di presentazione della domanda di agevolazione siano titolari di un marchio registrato a livello nazionale o comunitario o abbiano già depositato domanda di registrazione nazionale o comunitaria

 

Beneficiari: le imprese che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione

– abbiano una dimensione di micro, piccola o media impresa, così come definita dalla Raccomandazione 2003/361/CE del 6 maggio 2003 e dal Decreto del Ministro delle Attività Produttive del 18 aprile 2005 e s.m.i.;

– abbiano sede legale e operativa in Italia;

– siano regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese;

– non siano in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali;

– non abbiano nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 della vigente normativa antimafia (D. Lgs. n. 159/2011 e s.m.i.).

 

Risorse: € 2.800.000,00

Tipo di agevolazione: l’agevolazione è concessa fino all’80% (90% per USA o CINA) delle spese ammissibili sostenute e nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna tipologia di servizio

Misura A): importo massimo complessivo dell’agevolazione è pari a € 6.000,00 per domanda relativa

ad un marchio depositato presso l’UAMI.

Misura B): per le domande di registrazione internazionale depositate dal 1° febbraio 2015 l’importo massimo dell’agevolazione è pari a:

– € 6.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi un solo Paese;

– € 7.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi due o più Paesi.

Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione, sia per la Misura A sia per la Misura B, fino al raggiungimento del valore complessivo di € 20.000,00.

 

Termini e modalità: compilazione del form on line (www.marchipiu2.it) a partire dalle ore 9.00 del 60° giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso in Gazzetta ufficiale, quindi dal 1° febbraio 2016, fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Le imprese devono presentare la domanda per l’agevolazione entro 5 giorni dalla data del protocollo assegnato (marchipiu2@legalmail.it)

Link al bando

Image Credit: Shutterstock