Accesso al credito: i dati della BCE sulle difficoltà delle PMI

Studio Baldassi
0
0

Il problema dell’accesso al credito per le Piccole Medie Imprese italiane è ormai noto. Da anni infatti, il fenomeno del credit crunch non solo ha reso difficile fare impresa nel nostro Paese, ma ha anche inasprito la competizione a livello europeo.

Dai dati pubblicati ieri dalla Banca Centrale Europea infatti, si nota immediatamente un peggioramento della situazione negli ultimi sei mesi. Su uno studio condotto su oltre 8.300 PMI europee, e confrontato con lo stesso svolto nel semestre precedente, è emerso chea livello europeo si sono ridotte le possibilità di finanziamento alle aziende. Secondo le statistiche della BCE si è passati dall’ 11% di rigetto delle richieste al 12%.

Le modalità di finanziamento alle imprese variano tra i 17 Paesi dell’Area Euro, ma per gli imprenditori di Italia, Spagna e Grecia, il tema dell’accesso al credito viene definito “un problema molto pressante”. A questa difficoltà si associa negli stessi Paesi un graduale aumento dei tassi di interesse, causati dal rischio connesso all’investimento.

Difficile anche ricorrere ai prestiti, dove Italia, Olanda e Belgio hanno lamentato un peggioramento delle disponibilità di fonti finanziarie.

[callto]Cerchi credito per la tua azienda?[/callto]