Accesso al credito: soffrono le PMI

Nella corsa ai prestiti, secondo CGIA le grandi aziende sono privilegiate.

Redazione MondoPMI
0
0
accesso-al-credito

A metterlo in evidenza è la CGIA di Mestre: le grandi aziende sono privilegiate nella corsa all’ accesso al credito. I grandi gruppi industriali godono di una posizione di vantaggio rispetto alle PMI verso gli istituiti bancari anche se questi continuano a rappresentare circa il 99% del tessuto economico nazionale.

Secondo il coordinatore dell’Ufficio Studi di CGIA, Paolo Zabeo, “la situazione che si è creata tra grandi imprese e istituti bancari è di grande fiducia, per una maggiore presunta maggiore solvibilità, mentre nella realtà dei fatti non è così. I prestiti erogati dalle banche finiscono molte volte a chi ha livelli di affidabilità bassi, mentre, al contrario chi si dimostra un buon pagatore, riceve credito con molte più difficoltà.”

I risultati dell’analisi di CGIA sono molto chiari: il primo 10% dei migliori affidati riceve circa l’80% dei prestiti in uscita dagli istituti bancari. Definiti finanziamenti per cassa, sono destinati ad avere vita difficile, visto che circa il 78% dei destinatari risultano avere sofferenze a carico. “Un controsenso” secondo l’Associazione che raggruppa gli artigiani di Venezia, ancora più spiacevole tenendo conto che solo in rare eccezioni le aziende “privilegiate” sono di piccola o media dimensione o lavoratori autonomi ma quasi sempre nei fatti sono grandi società o gruppi industriali.

Se cerchi tutte le news e gli approfondimenti su accesso al credito e finanziamenti alle aziende scopri lo speciale di Credi Impresa Futuro.

Image Credit: Shutterstock