Agevolazioni giovani agricoltori: aperto il bando nazionale

Pubblicato il Bando per l’Insediamento di Giovani in Agricoltura di ISMEA

Redazione MondoPMI
0
0
agevolazioni giovani agricoltura

L’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (ISMEA) si è prefissato l’obiettivo di fornire nuove agevolazioni ai giovani agricoltori ed ha pubblicato il 28 marzo il nuovo Bando per l’Insediamento di Giovani in Agricoltura. ISMEA è un ente pubblico economico istituito con il decreto legislativo n. 419/1999, che si occupa di realizzare servizi informativi, assicurativi e finanziari per le imprese agricole su tutto il territorio nazionale.

Agevolazioni giovani agricoltori: gli obiettivi del Bando ISMEA

L’obiettivo del bando di ISMEA è quello di incentivare l’insediamento dei giovani in agricoltura su tutto il territorio nazionale. Per questo motivo, il bando si propone di sostenere le operazioni fondiarie dei giovani che vogliano insediarsi per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda tramite la concessione di contributi in conto interessi.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Bando ISMEA: le agevolazioni previste

Il bando prevede la concessione di un contributo in conto interessi nella misura massima di 70.000 euro per sostenere le spese fondiarie del giovane agricoltore. I finanziamenti saranno erogati per il 60% alla conclusione del periodo di preammortamento e dunque all’avvio dell’ammortamento dell’operazione e per il 40% al termine della corretta attuazione del progetto aziendale presentato con la domanda. La dotazione finanziaria totale è di 70 milioni di euro.

Agevolazioni giovani agricoltori: chi può partecipare al bando ISMEA?

Il Bando è riservato ai giovani che vogliano insediarsi a capo di un’azienda agricola per la prima volta. Ai fini dell’ammissione, alla data della presentazione della domanda, i soggetti interessati dovranno soddisfare alcuni requisiti:

  • Età compresa tra i 18 e i 41 anni (non compiuti)
  • Cittadinanza in uno Stato membro dell’Unione Europea
  • Residenza nel territorio della Repubblica Italiana
  • Possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali attestate tramite titolo di studio, esperienza lavorativa o attestato di frequenza a corsi di formazione professionale idonei.

Ulteriori dettagli sui requisiti dei partecipanti e sulle cause di esclusione sono disponibili sul bando.

Le domande possono essere presentate esclusivamente per via telematica tramite il portale dedicato. La presentazione delle domande è già aperta e il termine ultimo è fissato alle ore 12:00 del giorno 11 maggio 2018.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock