Al via il bando “Investimenti per la ripresa” per le PMI lombarde

Redazione MondoPMI
0
0

Fino al 21 ottobre è possibile fare richiesta per ottenere un contributo a fondo perduto di 40.000 euro.

Banca Ifis

A chi è rivolto il bando “Investimenti per la ripresa” e come partecipare

Il bando “Investimenti per la ripresa” della Regione Lombardia rientra nell’ambito dei finanziamenti sostenuti attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale. L’intervento intende sostenere le PMI lombarde maggiormente colpite dalla crisi legata alla pandemia da coronavirus.

Il bando ha una dotazione di 10 milioni di euro e prevede due diverse linee di finanziamento:

  • 6,2 milioni di euro sono destinati a finanziare le PMI con sede in Lombardia iscritte alla sezione artigiani del Registro delle Imprese da almeno 24 mesi;
  • 3,8 milioni di euro sono destinati alle PMI che hanno sede in una delle aree interne della regione (Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo – Oltrepò Pavese e Valli del Lario – Alto Lago di Como). Le imprese con sede nelle aree interne possono ottenere il finanziamento se risultano iscritte da almeno 24 mesi al Registro delle Imprese nella sezione speciale artigiani oppure se operano nel settore dei servizi di alloggio e ristorazione.

L’intervento prevede la concessione di un finanziamento di importo massimo di 40.000 euro, erogato sotto forma di un contributo a fondo perduto. Il contributo copre fino al 50% delle spese ammissibili ed è finalizzato a favorire gli investimenti:

  • nella transizione digitale;
  • nella transizione ecologica;
  • nella sicurezza del lavoro.

Quali sono le spese ammissibili

Le imprese artigiane di tutta la regione e quelle che operano nel settore alloggi e ristorazione nelle aree interne della Lombardia possono partecipare al bando per coprire parte delle spese sostenute per lo sviluppo e il rilancio delle loro attività.

Per poter partecipare al bando è necessario che le spese ammissibili siano superiori a 15.000 euro. Sono considerate ammissibili le spese sostenute a partire dal 2 agosto 2021.

Tra le spese ammissibili rientrano:

  • l’acquisto di nuovi impianti e macchinari, di attrezzature e di arredi;
  • l’acquisto di furgoni e autocarri (mezzi di categoria N1);
  • gli interventi volti ad aumentare l’efficienza dei macchinari già esistenti o l’ammodernamento di impianti e macchinari presenti in azienda;
  • le spese per l’acquisto di software o di licenze per l’uso di marchi e brevetti;
  • le spese sostenute per l’installazione e l’impianto dei nuovi macchinari;
  • le spese di comunicazione e marketing;
  • altre spese indirette legate agli interventi finanziati attraverso il bando.

Per presentare le domande è necessario registrarsi al portale bandi.regione.lombardia.it. Lo sportello per la presentazione delle domande è aperto dal 7 ottobre alle ore 12:00 e rimarrà aperto fino al 21 ottobre alle ore 12:00. Le risorse saranno assegnate in ordine cronologico e fino a esaurimento della dotazione del fondo.

Il contributo a fondo perduto verrà erogato in un’unica soluzione a saldo, dopo che l’impresa avrà presentato la rendicontazione di tutte le spese sostenute. Il termine entro il quale presentare la rendicontazione è fissato per il 28 ottobre 2022.