In aumento i prestiti alle PMI, ancora difficoltà al Sud

Studio Baldassi
0
0

Piccoli ma incoraggianti segnali di ripresa per i prestiti alle imprese. Secondo le stime di Banca d’Italia, infatti, la situazione delle famiglie come quella delle imprese migliora rispetto ai dati del mese di marzo.

Il contesto resta sempre negativo, su base annua infatti vi è una riduzione del 4.4% rispetto allo stesso dato dell’anno precedente, ma tale dato va confrontato rispetto a quello del mese precedente, dove il decremento ammontava al 5.1% sempre su 12 mesi.

Certamente non una situazione completamente risolutiva per molte Piccole Medie Imprese che, in seguito alla crisi, hanno dovuto fare i conti con il credit crunch e con la conseguente mancanza di liquidità che ha impedito loro di operare con la tranquillità finanziaria utile a svolgere al meglio l’attività e pensare ad una crescita sostenibile.

Condizione di disagio che ha colpito maggiormente le imprese del Sud, dove la carenza di finanziamenti alle aziende è stata percepita in maniera nettamente superiore.

Secondo quanto emerge dai dati dell’Associazione per lo sviluppo dell’Industria del Mezzogiorno, nel periodo compreso tra il 2009 e il 2013, vi è stato un calo del 6.2% per le imprese del Sud, con particolare concentrazione di bocciatura delle erogazione per le Piccole Medie Imprese con meno di 20 addetti.

 

[callto]Cerchi credito per la tua impresa?[/callto]