Bando PMI in Campania: un sostegno ai processi di innovazione aziendale

La misura si propone di stimolare l'innovazione nelle MPMI

Redazione MondoPMI
0
0
bando pmi in campania

Il nuovo bando per le PMI in Campania ha l’obiettivo di sostenere le imprese nei processi di innovazione aziendale.

PMI in Campania: il nuovo bando per l’innovazione aziendale

Con il nuovo bando la Regione Campania si propone di stimolare i processi di innovazione aziendale delle micro, piccole e medie imprese del territorio. La misura rientra nell’azione 3.5.2 del POR Campania Fesr 2014-2020 e prevede la concessione di contributi alle MPMI per la realizzazione di piani di investimento aziendali per l’attuazione di processi di innovazione.

Bando PMI in Campania: soggetti beneficiari e progetti ammissibili

Il Bando si rivolge alle imprese che hanno sede legale o unità locale nel territorio della Regione Campania. In particolare, possono presentare domanda di partecipazione:

  • micro, piccole e medie imprese, anche in forma consortile;
  • reti di micro, piccole e medie imprese che presentino domanda relativamente a un progetto di rete.

Sono ammissibili al bando i Piani di investimento aziendale che abbiano un importo minimo di 50.000 euro per le domande provenienti da MPMI, consorzi, società consortili e Reti Soggetto e di 150.000 euro per le domande presentati da Reti Contratto.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Bando PMI in Campania: agevolazioni previste

Per quanto riguarda le domande presentate da MPMI, consorzi, società consortili e Reti Soggetto, il contributo è concesso nella misura del 70% delle spese del Piano di investimento ammesse, fino a 150.000 euro. Per le Reti Contratto invece l’agevolazione prevista è pari al 70% delle spese ammesse, nella misura massima di 150.000 euro per impresa aderente e di 750.000 euro per Piano di Investimento. Il bando funziona con procedura a sportello, tramite ordine cronologico di presentazione della domanda, con priorità alle imprese che:

  • prevedono nel loro Piano l’implementazione e l’applicazione dei risultati della ricerca e sviluppo industriale;
  • si organizzano in Reti di impresa per rafforzare settori di eccellenza o delle aree di specializzazione.

La domanda di contributo va presentata per via telematica tramite l’apposita piattaforma messa a disposizione dalla Regione Campania.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock