Bando Umbria per il sostegno delle startup innovative

La domanda di partecipazione potrà essere presentata fino alle ore 12:00 del 28 novembre 2019.

Redazione MondoPMI
0
0

Per sostenere la nascita di startup innovative ad alto contenuto tecnologico, e le iniziative di spin-off finalizzate allo sviluppo di nuovi prodotti o servizi ad alto contenuto innovativo, la Regione Umbria ha deciso di indire un bando rivolto a tutte le micro imprese e le PMI del territorio, che appartengano ai settori dell’industria, dell’artigianato e dell’agroalimentare.

Cosa sono le startup ad alto contenuto tecnologico?

Sono società di nuova creazione caratterizzate dalla presenza di processi produttivi altamente tecnologici e innovativi in termini di output, o in termini di fattori di produzione, compresa l’utilizzazione di brevetti e opere dell’ingegno riconosciute in ambito nazionale e internazionale.

 

Banca IFIS Impresa

 

Cosa si intende per spin-off?

Lo spin-off è un processo che comporta l’esternalizzazione dell’area di ricerca di un’azienda, che diviene un’unità economica a se stante con le stesse caratteristiche di una startup ad alto contenuto tecnologico, ma è composta da soggetti che provengono da un’impresa già esistente.

Lo spin-off è un processo che comporta la nascita di una nuova unità economica, con le stesse caratteristiche di una startup innovativa, ma derivata da un’impresa già esistente. Solitamente lo spin-off si verifica quando un’azienda sviluppa una o più innovazioni dotate di un valore di mercato tale da meritare la costituzione di una società a parte, a loro dedicata.

Si può parlare di spin-off quando:

  • La creazione di una nuova impresa parte da unità preesistenti;
  • Si genera una nuova sorgente di attività (nuova impresa autonoma, produzione di nuovo bene, utilizzo di nuovo processo o nuova tecnologia);
  • Sono presenti di misure di sostegno attivo da parte di un’organizzazione madre (questa caratteristica è opzionale ma si verifica nella maggior parte dei casi).

CHI PUÒ BENEFICIARE DEL BANDO UMBRIA?

Possono beneficiare del contributo tutte le PMI dell’Umbria costituite sottoforma di società di capitali, che rientrino in una delle seguenti categorie:

  • Startup ad alto contenuto tecnologico
  • Spin-off aziendali
  • PMI innovative

Inoltre, per presentare la domanda di adesione al bando, si devono verificare congiuntamente le seguenti condizioni:

  • L’impresa deve essere costituita da non più di 48 mesi
  • Deve essere iscritta al Registro delle Imprese, tenuto presso la C.C.I.A.A. territorialmente competente con Codice Ateco ammesso dal bando
  • Deve essere operativa e nel pieno e libero esercizio dei propri diritti
  • Deve essere attiva e non essere sottoposta ad accordi stragiudiziali, né a piani asseverati.

QUALI SONO LE SPESE AMMISSIBILI?

Le spese ammesse dal bando Umbria sono quelle relative agli interventi per cui si inoltra la richiesta di contributo:

  • Spese di locazione dei laboratori e della sede operativa dell’impresa in cui viene realizzato l’investimento
  • Acquisto di macchinari e attrezzature di pertinenza dell’attività produttiva dell’impresa
  • Acquisizione finanziaria di attrezzature scientifiche e di laboratorio
  • Acquisto di brevetti già registrati
  • Spese finalizzate alla partecipazione a fiere, eventi, ecc.
  • Consulenze sterne specialistiche
  • Consulenze e/o accordi di collaborazione con istituti universitari e centri di ricerca
  • Costo del personale

L’ammontare complessivo delle spese non può essere inferiore ai 30 mila euro, né superiore ai 500 mila euro.

Il contributo è a fondo perduto e viene concesso nella misura del 40% della spesa ritenuta ammissibile. La domanda di partecipazione potrà essere presentata fino alle ore 12:00 del 28 novembre 2019.