Bolletta energetica: un paradosso per le Piccole Medie Imprese

Studio Baldassi
0
0

Le spese energetiche delle Piccole Medie Imprese italiane segnano un paradosso. Da una parte il costo delle materie prime e dei combustibili scende, dall’altro le bollette non diminuiscono.

È questa la strana situazione con la quale stanno facendo i conti gli imprenditori, che a causa degli oneri istituiti al fine di finanziare ed incentivare l’uso delle rinnovabili, stanno progressivamente assistendo ad una costante crescita del prezzo finale pagato.

In termini analitici è possibile affermare che:

  • negli ultimi quattro anni il peso del costo delle materie prime in bolletta è sceso dal 52% del 2009 al 35% del 2013;
  • su un totale medio stimato di 58.000 euro per azienda, solo 20.000 sono destinati al finanziamento delle materie prime, mentre 15.000 sono destinati al finanziamento dei cosiddetti oneri di sistema, utili per finanziare proprio le energie rinnovabili, cifra cresciuta solo nell’ultimo anno di ben il 27%.

Il valore della bolletta energetica dunque impatta in maniera sempre maggiore sui costi d’impresa e la situazione non sembra destinata a ridursi nei prossimi mesi, nonostante la progressiva diminuzione del valore dei combustibili utilizzati.