Bonus 2019 nuove imprese a tasso zero per giovani e donne

Termini di partecipazione e benefici riconosciuti pre le Nuove imprese a tasso zero.

Redazione MondoPMI
0
0
nuove imprese a tasso zero

I requisiti e i benefici dell’iniziativa Nuove imprese a tasso zero.

Nuove imprese a tasso zero: chi può partecipare

L’iniziativa Nuove imprese a tasso zero (D.L. n. 140/2015) permette ai giovani under 35 e alle donne di qualsiasi età di ottenere un mutuo a tasso zero da utilizzare per l’avvio di una propria iniziativa imprenditoriale.

La misura è valida su tutto il territorio nazionale e vuole incentivare la creazione di micro e piccole imprese nei settori:

  • della produzione di beni (sia in ambito industriale sia artigianale);
  • della trasformazione dei prodotti agricoli;
  • della fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • del commercio;
  • del turismo;
  • della valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico;
  • dell’innovazione sociale.
Banca IFIS Impresa

 

I benefici riconosciuti dalla misura di incentivo all’autoimprenditorialità

Il bando prevede la concessione di un mutuo a tasso zero per finanziare investimenti fino a 1,5 milioni di euro. Il mutuo ha una durata massima di 8 anni e copre fino al 75% delle spese ammissibili. Il restante 25% dell’investimento può essere coperto con risorse proprie dell’imprenditore oppure attraverso finanziamenti bancari.

Le percentuali di spesa ammesse al finanziamento sono differenziate a seconda del settore di attività dell’impresa. Sono comunque ammissibili le spese sostenute per l’acquisto di impianti e macchinari, per le opere murarie, per l’acquisto di terreni, per l’acquisto di brevetti o di attività di formazione e per l’acquisto di consulenze.

Possono concorrere al bando sia le imprese costituite in forma di società da meno di un anno sia imprese non ancora costituite, purché la persona fisica beneficiaria si impegni ad avviare l’attività entro 45 giorni successivi alla data di ammissione all’agevolazione.

Le domande di partecipazione vanno presentate presso la piattaforma online di INVITALIA e saranno analizzate in ordine di arrivo. Il bando ha una dotazione finanziaria di circa 150 milioni di euro e le risorse saranno assegnate fino ad esaurimento. Alla domanda di partecipazione va allegato il business plan che deve illustrare il programma di investimenti che l’impresa si impegna a realizzare entro 24 mesi.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock