Che cos’è il neuromarketing?

Conoscere i comportamenti umani aumenta l'efficacia degli investimenti

Matteo Sgaravato
0
0
che-cos-e-il-neuromarketing

Qualcuno di voi sa che cos’è il neuromarketing? Secondo voi le conoscenze su mente, cervello e comportamenti possono davvero aumentare l’efficacia degli investimenti commerciali e di marketing? In questo articolo cerchiamo di spiegarvelo.

Le strategie di comunicazione oggi hanno sempre più bisogno di certezze, perciò si è reso indispensabile conoscere i reali comportamenti decisionali delle persone per comprendere i dettagli fondamentali che le spingono davvero (e non solo in teoria) all’acquisto di un prodotto o di un servizio. Per questi motivi nasce il neuromarketing.

L’importanza della misurazione

Oggi siamo già in grado di valutare cosa realmente conta – e fa la differenza – nel determinare il successo di un’iniziativa commerciale, strategica o di marketing. L’aspetto promettente di tutto questo è che sappiamo farlo con l’alta probabilità di conoscere in anticipo se il nostro lavoro sarà poi quello che porterà a risultati concreti. Con metodi adeguati e con una serie di competenze distintive, è infatti possibile realizzare delle attività particolarmente efficaci, in modo serio e misurabile. Rispetto ai metodi tradizionali, l’aumento dell’efficacia esiste ed è piuttosto tangibile: in diversi casi applicativi sul campo si sono avute delle ricadute importanti sulla redditività aziendale, trasformando così una spesa in un investimento con un ritorno maggiore. Tuttavia, l’applicazione di queste tecniche non è banale e deve essere gestita con la massima attenzione scientifica. Un esempio? Lavorando con il giusto metodo di storytelling, si riesce a riposizionare il valore di un brand, verso il quale i clienti saranno poi disposti a spendere di più. La parte interessante è che questi miglioramenti dell’efficacia comunicativa sono da intendersi verso tutti i prodotti, i servizi o gli applicativi web delle imprese di ogni settore.

In cosa si differenzia dal marketing tradizionale?

La strada del neuromarketing raccoglie sicuramente più risultati perché cattura aspetti del comportamento umano che sono sotto gli occhi di tutti, ma che normalmente – nel marketing tradizionale – non si riescono a isolare in maniera oggettiva e a sfruttare a nostro vantaggio in maniera corretta. Dobbiamo quindi renderci conto che i dettagli non sono più solo dettagli, ma sono particolari che restano impressi nella mente delle persone e che dobbiamo tenere in considerazione per aumentare l’efficacia delle nostre azioni di marketing e di strategia commerciale.

Image Credit: shutterstock