Come richiedere un finanziamento per la propria attività

Il primo passo per ottenere un prestito è scegliere la banca giusta, che sia in grado di comprendere i bisogni dell’impresa.

Redazione MondoPMI
0
0
Finanziamento alle imprese

Richiedendo un finanziamento, un’azienda ha l’opportunità di crescere, investire in macchinari e migliorare la produzione. Innanzitutto, però, bisogna capire il perché di un finanziamento.

In base al tipo di investimento che si deve fare, infatti, ci sono diverse forme di finanziamento più o meno opportune. Ad esempio, se servono soldi per acquistare un macchinario è consigliabile richiedere alla banca un finanziamento che abbia una durata di 3-5 anni e con un piano di rimborso ben definito o avvalersi del leasing. Se c’è necessità di liquidità, magari per qualche disequilibrio nel rapporto incassi-pagamenti, la tipologia di finanziamento di cui si ha bisogno deve invece consentire di integrare il fatturato ogni volta che c’è uno “sforamento” tra i tempi di incasso da parte dei clienti e i tempi di pagamento ai fornitori o richiedere l’anticipo fattura.

Una volta definito l’obiettivo, si può procedere alla richiesta di finanziamento. Questo processo, però, non è da sottovalutare, devono essere ben chiari tutti i passaggi che devono essere effettuati.

 

Banca IFIS Impresa

 

OTTENERE UN FINANZIAMENTO IN 4 STEP

  • Step 1

Come prima cosa, è necessario scegliere la banca giusta a cui affidarsi e che possa rispondere alle nostre esigenze. Dall’ altra l’Istituto bancario deve anche essere in grado di garantire e offrire, attraverso personale dedicato ed aggiornato, un costante supporto consulenziale.

  • Step 2

Una volta scelta la banca, bisogna fissare un appuntamento con chi si occupa dei finanziamenti. In questa fase, l’imprenditore deve essere impeccabile e credibile nel raccontare la propria storia ed essere pronto a rispondere in maniera coerente e trasparente. È fondamentale tenere sempre a mente che in ballo c’è la crescita e il futuro dell’azienda e comportarsi di conseguenza.

  • Step 3

Nel rapporto banca-impresa è necessario quindi individuare al meglio i fabbisogni finanziari dell’impresa e presentarsi in modo adeguato e con le idee chiare per facilitare il dialogo con gli interlocutori.

  • Step 4

Fondamentale è portare con sé tutta la documentazione che possa presentare la propria realtà, non solo dal punto di vista finanziario ma anche di progetti, storia, obiettivi.

Di seguito vi suggeriamo i principali:

  • il progetto d’impresa o Business Plan anche in forma semplificata
  • le ultime due dichiarazioni dei redditi e, se esistono, i bilanci degli ultimi due anni;
  • l’elenco dei finanziamenti già ricevuti da banche, società di leasing, società finanziarie, ecc.;
  • l’elenco degli immobili posseduti anche in quota parte per effetto di eredità, comunione dei beni, contestazioni, usufrutto, ecc.;
  • l’elenco dei principali clienti e fornitori con i tempi (giorni di dilazione) e le modalità (denaro, assegni, ricevute bancarie) di incasso e pagamento;
  • i dati degli eventuali garanti;
  • tutte le informazioni ritenute utili per la valutazione da parte della banca;
  • essere trasparenti nel fornire le informazioni.

 

Cosa valuta la banca quando l’imprenditore avanza una domanda di credito? Per saperlo, leggi questo articolo!

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock