Credito d’imposta per gli investimenti al Sud

Incentivato l'acquisto di macchinari per la produzione.

Redazione MondoPMI
0
0
credito-d-imposta

I benefici del credito d’imposta vengono in aiuto alle imprese del Mezzogiorno per agevolare crescita e sviluppo economico.

È stato ufficialmente dato il via libera al modello e alle istruzioni per il credito d’imposta sugli investimenti nell’area meridionale del Paese introdotto dalla Legge di Stabilità 2016. Il provvedimento preso dal Direttore dell’Agenzia delle entrate il 24 marzo ha introdotto la possibilità ai titolari di reddito d’impresa di beneficiare di questo strumento fiscale per l’acquisto di beni strumentali destinati a strutture produttive situate nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.

Le agevolazioni sono state volute dal Governo per incentivare gli investimenti nelle aree del Paese dove è necessario sostenere la crescita e la creazione di nuovi posti di lavoro. Per questa operazione sono stati finanziati 617 Milioni di Euro annuali per gli investimenti che decorreranno dal 1° Gennaio 2016 al 31 Dicembre 2019. Per aumentarne l’appetibilità, il provvedimento ha carattere automatico, ed è quindi fruibile da tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa che intendano usufruirne.

Gli investimenti programmati dovranno essere legati all’acquisto, anche mediante contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti e attrezzature varie destinati a strutture produttive già esistenti o che vengano impiantate nel territorio, mentre saranno escluse le imprese in difficoltà e quelle operanti nei settori dell’industria siderurgica, carbonifera, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dei trasporti e delle relative infrastrutture, della produzione e della distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche, nonché nei settori creditizio, finanziario e assicurativo.

Il modello dovrà essere presentato direttamente dalle imprese interessate in via telematica tramite i servizi Fisconline o Entratel a partire dal 30 Giugno 2016 o attraverso professionisti, associazioni di categoria, Caf e altri soggetti.

Il software “Creditoinvestimentisud” sarà disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Image Credit: shutterstock