Cresce la fiducia delle Piccole Medie Imprese italiane

Studio Baldassi
0
0

La ripresa economica tanto auspicata lascia intravedere i primi segnali sull’attività delle nostre imprese. Nonostante le difficoltà il mese di agosto ha fatto registrare un incremento della fiducia percepita dalle Piccole Medie Imprese italiane.

Secondo una rilevazione Istat, nel mese appena concluso l’indice ha toccato l’82,2 punti percentuali rispetto ai 79,8 di luglio. Picco massimo dall’agosto 2012 che viene sostenuto dai progressi in alcuni settori chiave. Vediamoli nel dettaglio.

  • Manifattura: per le imprese manifatturiere l’indice passa da 91,8 a 92,9, con un miglioramento degli ordini e attese di produzione in leggero calo;
  • Commercio: la fiducia cresce per più di tre punti, passando da 82,7 a 85,9. In questo comparto migliora soprattutto la grande distribuzione rispetto al commercio tradizionale.
  • Servizi: per le imprese del terziario l’indice aumenta sensibilmente da 75,7 a 79,5, con gli ordini in forte crescita.

Questi dati, in linea con quelli europei, anticipano il passaggio dalla fase di recessione ad una fase di lenta ripresa. Le PMI nonostante l’aumento della fiducia sono ancora frenate dalla scarsa domanda interna, dalla mancanza di finanziamenti alle aziende e non riescono ancora a produrre nuovi posti di lavoro.

Nell’attesa dei risultati sui provvedimenti del governo, il settore più in difficoltà si dimostra l’edilizia, che registra un lieve calo da 76,5 a 76,1 e guarda con sempre più favore all’estero.