Digitalizzazione delle PMI: disponibili voucher fino a 10mila euro

Redazione MondoPMI
0
0

Sono in arrivo i voucher per la digitalizzazione delle PMI italiane, pensati per favorire l’informatizzazione e l’internazionalizzazione delle imprese.

I voucher, che avranno un importo massimo di 10.000 euro, saranno concessi nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili, che dovranno essere effettuate dopo l’assegnazione degli stessi.

Il plafond messo a disposizione è di 100 milioni di euro, per il periodo che va dal 2014 al 2020 e sarà ripartito tra le regioni proporzionalmente al numero di imprese presenti nel territorio.

Chi potrà accedere al voucher?

Le realtà che potranno richiedere finanziamenti alle aziende sono:

  • Imprese con sede legale sul territorio nazionale iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio;
  • Imprese che non hanno usufruito in passato di finanziamenti pubblici della medesima tipologia;
  • Imprese che non si trovino in stato di fallimento e liquidazione;
  • Imprese che rientrino, in base alla normativa vigente, nella definizione di PMI.

Quali attività possono richiedere il finanziamento?

Possono richiedere il voucher tutte le PMI che hanno intenzione di acquistare software, hardware o servizi finalizzati al miglioramento dell’efficienza  aziendale, alla riorganizzazione e all’ammodernamento dell’attività lavorativa e al lancio di un e-commerce.

Tra gli interventi ammessi anche quelli riguardanti la connettività a banda larga, l’utilizzo della tecnologia satellitare per il collegamento ad internet e la formazione qualificata nel campo della tecnologia dell’informazione e della comunicazione.

Secondo le linee guida fornite dall’Unione Europea le attività finanziabili saranno:

  • ICT design and development (progettazione e sviluppo ICT);
  • e-Commerce;
  • e-skills (competenze digitali);
  • business solutions services (soluzione di business informatizzate);
  • evaluation of processes or product design (analisi per la progettazione di prodotti di successo);
  • product testing, validating, prototyping (test e prototipi);
  • certifying and R&D demonstration (ricerca e sviluppo);
  • new ICT-based business models (nuovi modelli di bsuiness basati sull’ICT).

La presentazione delle domande

Le domande potranno essere presentate solo per via telematica, durante il periodo di apertura del bando (che sarà indicata dal  provvedimento atteso), attraverso la procedura che verrà aperta sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

L’impresa dovrà essere dotata: di Indirizzo PEC valido e funzionante, e della Smart Card.

Erogazione del contributo

Il contributo verrà erogato dal Ministero in un’unica soluzione sulla base della documentazione di spesa.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il Decreto in Gazzetta Ufficiale.

[callto]CERCHI CREDITO PER LA TUA IMPRESA?[/callto]