Dispositivi di protezione: ora le imprese possono chiedere il rimborso

La dotazione finanziaria del bando è di 50 milioni di euro che verranno distribuiti alle aziende richiedenti sulla base di una graduatoria.

Redazione MondoPMI
0
0

Invitalia rimborsa le spese aziendali per l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale (DPI) richiesti dalla nuova normativa a tema Covid-19. Come si può accedere al bando? Vediamolo insieme.

 

Banca Ifis

 

CHI PUÒ BENEFICIARE DEL BANDO?

Il bando Impresa SIcura rientra nelle misure previste dal Decreto Cura Italia ed è online sul sito di Invitalia. Il contributo è rivolto a tutte le aziende, di qualunque dimensione, operanti sul territorio nazionale, che dovranno acquistare i dispositivi di protezione individuale indispensabili al contenimento e al contrasto dell’emergenza epidemiologica.

COME VIENE EROGATO IL CONTRIBUTO?

Impresa SIcura stanzia 50 milioni di euro a valere sui fondi INAIL: i fondi verranno distribuiti alle aziende iscritte al bando sulla base di una graduatoria che seguirà l’ordine cronologico di presentazione delle domande. Il rimborso coprirà fino al 100% delle spese ammissibili e verrà erogato fino all’esaurimento della dotazione finanziaria disponibile. Sono da considerarsi “spese ammissibili” quelle sostenute per l’acquisto di DPI a partire dal 17 marzo 2020. Gli acquisti non possono, quindi, essere antecedenti a questa data e nemmeno successivi alla data della domanda di rimborso.

Sono rimborsabili i costi relativi a:

  • Mascherine filtranti e chirurgiche
  • Guanti in lattice, in vinile e in nitrile
  • Dispositivi per la protezione oculare
  • Indumenti di protezione
  • Dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea
  • Detergenti e soluzioni disinfettanti

L’importo massimo rimborsabile è di 500 euro per ogni dipendente a cui sono destinati i DPI, e di 150 mila euro per impresa. Il rimborso verrà riconosciuto con un minimo di 500 euro di spesa ed erogato entro giugno 2020.

COME SI PRESENTA LA DOMANDA?

È possibile presentare la domanda di rimborso presso lo sportello informatico di Invitalia, dall’11 al 18 maggio 2020 e dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00. Entro i tre giorni successivi alla scadenza, verrà reso pubblico l’elenco degli ammessi al bando. La compilazione della domanda vera e propria potrà avvenire dalle ore 10.00 del 26 maggio alle ore 17.00 dell’11 giugno, sempre attraverso una procedura informatica e allegando la documentazione di spesa.