Export: contributi alle imprese emiliano-romagnole

Redazione MondoPMI
0
0

È stato pubblicato da qualche giorno in Emilia Romagna il bando che fa riferimento al progetto “Promozione export e internazionalizzazione intelligente”: approvata dal Ministero dello Sviluppo Economico e condiviso dalla Regione e dalla Camera di Commercio, l’iniziativa prevede la concessione di contributi alle imprese emiliano-romagnole che fanno rientrare tra i propri obiettivi aziendali processi di internazionalizzazione.

Per fronteggiare le richieste di finanziamento del primo anno sono state stanziate risorse per oltre 547 mila euro, alle quali potranno accedere tutte le imprese e le reti formali, ad esclusione di quelle agricole, aventi sede legale e operativa in Emilia Romagna.

Il fine ultimo per il quale la Regione ha stabilito di concedere contributi alle imprese emiliano-romagnole è la volontà di rafforzare la presenza delle realtà de territorio nei mercati internazionali e di sostenere la competitività del sistema produttivo regionale.

Il programma del progetto persegue sostanzialmente tre linee di intervento: la Regione e la Camera di Commercio dell’Emilia Romagna agiranno differentemente in base alla tipologia di investimento effettuato dalle imprese. Il sostegno varierà per investimenti in progetti di sistema definiti per Paese/settore, attività di incoming e B2B o progetti di internazionalizzazione realizzati direttamente dalle imprese regionali.

Linea A – Progetti di sistema

La prima linea di intervento prevede la concessione da parte delle Camere di Commercio di servizi e contributi alle imprese emiliano-romagnole a fronte del versamento e del pagamento di una quota di adesione. Per poter accedere alle risorse stanziate sarà necessario presentare un progetto allineato con uno dei tre seguenti temi:

  • Paesi del Golfo: la realtà aumentata e virtuale della filiera innovativa dell’abitare-costruire. Percorsi di accompagnamento personalizzati verso “Expo Dubai 2020””. A questo progetto potranno partecipare le imprese del settore edilizio orientate al mercato degli Emirati Arabi Uniti.
  • Meccanizzazione agricole per l’India: soluzioni e tecnologie per una ortofrutticoltura moderna”. Il progetto è rivolto alle aziende appartenenti al settore delle macchine agricole, aventi come obiettivo l’internazionalizzazione verso il mercato dell’India.
  • Industria 4.0 e smart factory: Emilia-Romagna vs Germania”. Questo progetto è invece rivolto alle aziende del comparto della meccatronica e motoristica, salute e benessere ed innovazione nei servizi che hanno come obiettivo l’insediamento nel mercato tedesco.

Linea B – Attività di incoming e B2B

La seconda linea permette alle imprese emiliano-romagnole di ottenere servizi ad un costo agevolato grazie a un determinato contributo pubblico. A riguardo è stato elaborato un unico tema, ovvero “Il fashion e il living: incoming buyer dall’Europa in Emilia-Romagna”. Il progetto è rivolto alle aziende del fashion e dell’home living e il sostegno sarà caratterizzato dal supporto nella creazione dei rapporti con i buyer d’Europa.

banner-tianticipo

Linea C – Progetti delle imprese

La terza linea prevede infine la concessione di contributi alle imprese emiliano romagnole che presentano direttamente progetti di internazionalizzazione, focalizzandosi su un massimo di due Paesi e tre tipologie di azioni. I progetti di questa linea non possono includere i Paesi o settori oggetto della linea A.

Tutte le attività inserite nelle tre linee di intervento devono concludersi entro e non oltre il 30 giugno 2018. Il termine ultimo per presentare i progetti è invece previsto per il 20 Novembre 2017: tutte le candidature e le documentazioni necessarie dovranno inoltre essere trasmesse in modalità telematica attraverso lo sportello virtuale di Unioncamere Emilia Romagna.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock