Fatturazione elettronica: costo o opportunità?

L'entrata in vigore della fatturazione elettronica sarà solo un costo per le imprese?

Redazione MondoPMI
0
0
fatturazione elettronica

Alla luce del nuovo e rivoluzionario quadro degli obblighi di fatturazione elettronica è lecito porsi qualche domanda. Come impatteranno queste novità all’interno dei processi delle nostre attività? Ma soprattutto, rappresenteranno un costo o un’opportunità?

Il mondo sta andando verso una direzione ben precisa: la digitalizzazione. In questo senso la fatturazione elettronica porterà a un rivoluzionario cambiamento per quanto riguarda gli attuali processi di fatturazione. Effettuare le fatture con word o excel sarà solo un lontano ricordo. Per non farsi trovare impreparati, tutti i soggetti coinvolti, dovranno necessariamente dotarsi di attrezzature informatiche, oltre che di un generale adeguamento tecnologico e di una minima formazione sullo strumento.

È inevitabile che l’obbligo della fatturazione elettronica comporti delle spese e in molti casi è proprio questo aspetto che preoccupa maggiormente imprenditori e liberi professionisti. Ma l’introduzione della fatturazione elettronica non può e non deve essere vista solo come un costo. Volendo, invece, proporre un diverso punto di vista, si può dire che è in generale il cambiamento comporta sempre un costo ma il miglior modo per affrontarlo è quello di impegnarsi a trasformare l’onere iniziale in una successiva opportunità.

Sarebbe limitativo circoscrivere il concetto di costo ad un mero esborso finanziario; utilizzando questo termine si potrebbero invece intendere anche tutte quelle inefficienze, non necessariamente rappresentate da un’uscita di denaro, che impattano comunque sull’attività dell’azienda e, quindi, sulla capacità di produrre reddito. La fatturazione elettronica deve anche intendersi come uno strumento volto al miglioramento dei processi interni, risparmio in termini di tempo (elaborazione, raccolta e riordino delle fatture), di costi (cancelleria, carta e toner della stampante) oltre che ad una maggiore efficienza nel processo di fatturazione (errori, rettifiche, integrazioni). Inoltre grazie alla conservazione sostitutiva un po’ alla volta verrà meno la necessità di un archivio fisico dove conservare i documenti contabili.

Banca IFIS Impresa

 

La fatturazione elettronica porterà con sé anche agevolazioni di natura fiscale, come semplificazioni contabili e amministrative (ad esempio addio allo spesometro e riduzione dei termini di accertamento). Grazie alla fatturazione elettronica gli imprenditori avranno inoltre la possibilità di ottenere informazioni della propria attività in tempo reale, aspetto fondamentale in ottica di report ed analisi per una puntuale programmazione del carico fiscale di fine anno.

In tutto questo è difficile non intravedere delle opportunità. È importante abbracciare il progresso tecnologico, facilitarlo e stimolarlo, a prescindere dal fatto che venga imposto o meno. Bisogna quindi cavalcare l’onda del progresso, non subirla. Restare inermi al cambiamento significherebbe perdere di efficienza e competitività rispetto ai competitors e rischiare di essere tagliati fuori dal mercato.

La fatturazione elettronica sarà quindi solo un costo per coloro che la subiranno o un’opportunità per coloro che saranno proattivi al cambiamento e decideranno di abbracciare il progresso tecnologico?
Sta a chi è coinvolto in questa novità decidere.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock