Il FESR finanzia in ricerca e sviluppo le PMI umbre

12 milioni alle imprese che si candidano fino al 31/03/17.

Laura Aglio
0
0
bando-ricerca-sviluppo-umbria

La Regione Umbria punta al potenziamento della ricerca e sviluppo con fondi per il “Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo su poche aree tematiche di rilievo e all’applicazione di soluzioni tecnologiche funzionali alla realizzazione delle strategie di S3. Approvazione Bando a sportello per il sostegno di progetti complessi di ricerca & sviluppo” già a partire dal 7 novembre.

Il bando finanzia progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, reciprocamente coerenti e collegati tra loro in un Programma strategico di ricerca, volti a definire nuovi prodotti e/o processi e a rafforzare i processi di valorizzazione della ricerca nell’ambito dei sistemi produttivi strategici per la Regione Umbria identificati negli ambiti di specializzazione identificati dalla Strategia di Ricerca e Innovazione per la Specializzazione Intelligente (RIS 3) realizzati da PMI e Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza.

Beneficiari:

Soggetti che, sotto forma di Raggruppamenti/Aggregazioni anche temporanei, costituiti o costituendi, intendano sviluppare un programma strategico rappresentato da un insieme di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale reciprocamente coerenti e collegati tra loro. Tali raggruppamenti/aggregazioni di soggetti beneficiari, già chiaramente definiti al momento della presentazione delle candidature, devono essere costituiti da un numero di imprese non inferiore a 3 e non superiore a 7, alle quali si può aggiungere un Organismo di ricerca e diffusione della conoscenza privato o pubblico.

Risorse: € 12.000.000,00

Tipo di agevolazione:

L’agevolazione a favore delle PMI e Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza privati consiste in un contributo a fondo perduto concesso nella seguente misura:

– 30% del costo del progetto ammesso all’agevolazione e relativo alle attività di sviluppo sperimentale;

– 55% del costo del progetto ammesso all’agevolazione e relativo alle attività di ricerca industriale;

In ogni caso il contributo non potrà superare i massimali previsti in tema di aiuti di Stato alla R&S dalla Commissione Europea. L’agevolazione a favore delle Grandi imprese e Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza pubblici consiste in un contributo a fondo perduto concesso nella seguente misura:

– 20% del costo del progetto ammesso all’agevolazione e relativo alle attività di sviluppo sperimentale;

– 45% del costo del progetto ammesso all’agevolazione e relativo alle attività di ricerca industriale.

Spese ammissibili:

a) spese per personale dipendente di ricerca (ricercatori, tecnici, e altro personale ausiliario adibito all’attività di ricerca)

b) costo delle strumentazioni, attrezzature e/o macchinari non oltre il 15% del totale dei costi ammissibili del progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale;

c) servizi di consulenza e simili utilizzati esclusivamente per l’attività di ricerca. Tali spese non potranno comunque eccedere il 50% del totale dei costi ammissibili del progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. In questa voce verranno incluse:

– spese per consulenze e simili utilizzate esclusivamente per l’attività di ricerca e/o sviluppo sperimentale;

– prestazioni di terzi aventi carattere meramente esecutivo (es. costruzione prototipo, effettuazione prove, ecc…);

– spese per beni immateriali di nuovo acquisto utilizzati esclusivamente per l’attività di ricerca, compresa l’acquisizione dei risultati di ricerche, di brevetti e di know-how, di diritti di licenza

d) materiali direttamente imputabili all’attività di ricerca

e) spese generali supplementari derivanti direttamente dal progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, ammissibili e da calcolarsi forfetariamente nella misura massima del 15% del costo ammissibile per le “spese per personale dipendente di ricerca” di cui al precedente punto a).

Termini e modalità: dal 7 novembre 2016 al 31 marzo 2017.

Link al Bando completo