Finanziamenti alle PMI femminili friulane di nuova formazione

Contributi a fondo perduto per la creazione e la crescita di nuove imprese

Redazione MondoPMI
0
0

Per favorire la creazione e la crescita di nuove imprese nel territorio friulano appartenenti ai settori dell’artigianato, dei servizi, del turismo, dell’industria e del commercio, la Giunta Regionale ha stabilito di stanziare nuove risorse: saranno concessi finanziamenti alle PMI femminili friulane di nuova creazione che investiranno nell’acquisto di attrezzature e strumenti strettamente legati alle attività aziendali.

A beneficiare di queste nuove risorse saranno tutte le imprese regolarmente costituite e aventi sede legale in Friuli Venezia Giulia, la cui maggioranza delle quote sia in mano a donne. Un altro requisito necessario all’ottenimento dei finanziamenti alle PMI femminili friulane è l’età dell’azienda: potranno infatti concorrere alla concessione dei contributi solamente le imprese iscritte al Registro delle Imprese da meno di 36 mesi.

Per ogni progetto saranno considerati idonei investimenti che oscillano tra un minimo di 5.000 euro e un massimo di 60.000 euro: la Giunta Regionale tuttavia coprirà i costi sostenuti dalle imprese solo per il 50%, concedendo quindi finanziamenti a fondo perduto da un minimo di 2.500 euro fino a un massimo di 30.000 euro. Per quanto concerne le spese considerate ammissibili, ogni progetto deve comprendere investimenti strettamente legati alle attività aziendali. Sono quindi accettabili acquisti di:

  • impianti specifici
  • arredi
  • macchinari, strumenti e attrezzature
  • beni immateriali: diritti di licenza, software, brevetti, know-how
  • hardware
  • automezzi
  • sistemi di sicurezza
  • materiali e servizi riguardanti la pubblicità e attività promozionale, entro però il limite massimo di spesa pari a 10.000 euro.

Sono considerate poi ammissibili anche spese notarili per la costituzione dell’azienda, spese connesse agli adempimenti obbligatori per l’avvio dell’impresa e realizzazione del business plan, spese per accedere al microcredito e infine spese di primo impianto: per quest’ultima voce sono considerati validi i costi per l’adeguamento o la ristrutturazione dei locali, la creazione o l’ampliamento del sito internet, la locazione dei locali o l’avvio di attività di franchising.

I finanziamenti alle PMI femminili friulane potranno essere richiesti prestando domanda alle Camere di Commercio territoriali: il termine ultimo per inviare le candidature è previsto per le ore 16.30 di martedì 28 novembre 2017. Una volta ottenuti i contributi richiesti, le aziende dovranno poi presentare la rendicontazione che dimostri l’avvenuto utilizzo dei fondi ricevuti e tutta la documentazione necessaria che attesti il pagamento delle spese previste per il progetto.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock