Finanziamenti alle PMI piemontesi: Tranched Cover Piemonte

Uno strumento per facilitare l’accesso al credito alle imprese

Redazione MondoPMI
0
0

Nuovi finanziamenti alle PMI piemontesi grazie al Tranched Cover Piemonte. Uno strumento creato dalla Regione per facilitare l’accesso al credito bancario alle PMI. Due anni fa la prima edizione era riuscita ad aiutare 972 imprese con un importo totale di 137milioni di euro.

Le novità portate dalla nuova versione dello strumento puntano ad agevolare in misura maggiore i prestiti alle attività.

La Regione Piemonte, in linea con le indicazioni della Commissione Europea, ha previsto per l’utilizzo dei fondi strutturali nell’ambito della Politica di Coesione, l’attivazione di alcuni strumenti finanziari. Questo per dare un sostegno mirato per gli investimenti destinati a progetti dalla potenziale sostenibilità economica tramite prestiti, garanzie, capitale azionario e altri meccanismi di assunzione del rischio. È in questo contesto che si inserisce la misura Tranched Cover Piemonte.

Il fondo Tranched Cover Piemonte prevede un finanziamento di 23milioni di euro derivanti dal Programma Operativo FESR Piemonte 2014-2020.

In cosa consiste il Tranched Cover per i finanziamenti alle PMI piemontesi?

Il Tranched Cover Piemonte costituisce una garanzia a copertura delle eventuali prime perdite, utilizzando un pegno costituito presso Finpiemonte con risorse POR FESR; una ulteriore garanzia a copertura delle perdite di subordinazione minore avviene con un pegno che attinge invece a risorse dei Confidi.

La costituzione delle garanzie viene realizzata in favore di uno o più enti finanziari. Questi ultimi dovranno poi porre in essere i finanziamenti da erogare in favore delle PMI piemontesi, vere destinatarie del fondo.

Nello specifico come afferma l’Assessore regionale alle Attività Produttive Giuseppina De Santis verrà allargato il ventaglio dei beneficiari, amplificato il sistema e ridotti i costi di gestione. L’inserimento dei Confidi tra i destinatari, novità dello strumento 2017, permetterà di favorire forme di razionalizzazione e di valorizzare il ruolo dei Confidi più efficienti.

I finanziamenti garantiti da entrambe le linee potranno essere indirizzati verso investimenti produttivi e infrastrutturali. Ciò a sostegno dei processi di capitalizzazione delle imprese e dei fabbisogni del capitale circolante.