Finanziamenti per lo sviluppo delle aree rurali siciliane

28,6 milioni dalla Regione per la creazione di attività extra agricole

Redazione MondoPMI
0
0

L’Assessore all’Agricoltura della Regione Sicilia ha annunciato la pubblicazione di due bandi da parte della Regione relativi alla creazione di attività extra agricole: l’obiettivo è di concedere agli imprenditori finanziamenti per lo sviluppo delle aree rurali siciliane.

La dotazione finanziaria complessiva messa a disposizione ammonta a 28,6 milioni di euro da destinare agli imprenditori sia agricoli che non agricoli che effettueranno investimenti per rivitalizzare le aree rurali del territorio. I due bandi pubblicati, che si inseriscono all’interno del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, sono rivolti rispettivamente alle aziende che investono in attività non agricole e nella produzione di energie rinnovabili.

Bando per attività non agricole

Il primo bando si rivolge a tutti gli imprenditori che decidono di effettuare investimenti per lo sviluppo delle aree rurali, ma attraverso attività extra agricole. A tal proposito sono finanziabili tutti quei progetti che riguardano la realizzazione di:

  • B&B, punti vendita e attività per la trasformazione dei prodotti artigianali ed industriali;
  • servizi commerciali, turistici e ricreativi;
  • innovazione tecnologica;
  • inclusione sociale;
  • promozione culturale;
  • manutenzione ambientale in parchi, riserve ed aree classificate come Natura 2000 per la conservazione degli habitat naturali e delle specie in via d’estinzione.

La dotazione finanziaria stabilita per questo bando ammonta a 20 milioni di euro: i finanziamenti per lo sviluppo delle aree rurali siciliane saranno concessi alle imprese che presentano progetti aventi un costo minimo di 30 mila euro fino ad un massimo di 266 mila euro. Le agevolazioni saranno a fondo perduto in regime de minimis e copriranno il 75% del totale dell’investimento effettuato.

Il primo giorno utile per presentare domanda di finanziamento sarà il 27 ottobre 2017: la chiusura del bando è invece prevista per il 20 febbraio 2018.

Bando per produzione energie rinnovabili

Il secondo bando è rivolto invece ai produttori di energie rinnovabili: potranno ricevere finanziamenti per lo sviluppo delle aree rurali siciliane tutti quegli imprenditori che investiranno risorse per la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili.

La dotazione finanziaria prevista in questo caso ammonta a 8,6 milioni di euro: copertura e tipologia di finanziamento rimangono invece le stesse del bando per attività non agricole.

In questo caso i progetti che potranno concorrere alla concessione delle agevolazioni dovranno riguardare l’acquisto di attrezzature ed opere per la realizzazione di:

  • impianti di lavorazione delle biomasse agro-forestali
  • centrali termiche con caldaie alimentate a cippato e pellets;
  • impianti per la produzione di energia da biomassa;
  • impianti a biogas;
  • strutture fotovoltaiche e mini eoliche;
  • strutture necessarie all’attività e all’allacciamento alle linee elettriche.

In questo caso il periodo in cui si potranno presentare i propri progetti andrà dal 16 ottobre 2017 al 31 gennaio 2018.

In entrambi i casi le richieste di partecipazione ai bandi dovranno essere caricate sul portale Sian di Agea.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock