Fondi Europei alle imprese: le regioni più efficienti

L'italia porta Lombardia, Emilia Romagna e Toscana.

Redazione MondoPMI
0
0
Fondi-europei-imprese

Baden-Württemberg, Lombardia e Algarve sono le tre regioni europee che hanno destinato la maggior parte dei fondi strutturali europei ricevuti nella programmazione 2014-2020 degli “Obiettivi tematici 1 e 3”, alla ricerca, all’innovazione e alla competitività.

La ricerca, condotta dal Gruppo Clas, sull’utilizzo da parte delle regioni dei fondi europei, ha preso in considerazione i Paesi con una elevata dotazione di fondi strutturali europei, ossia con un importo superiore a 20 miliardi all’anno, che comprendono l’Italia, la Germania, la Francia, la Spagna, il Portogallo, la Polonia e la Repubblica Ceca. La ricerca è stata condotta con lo scopo di valutare l’avanzamento dei programmi e per stabilire oltre alla quantità dei fondi ricevuti anche la qualità e la tempestività, a due anni dall’inizio del programma. I parametri di misurazione e valutazione delle regioni sono stati di due tipi:

  • quantitativo, relativo alla destinazione del 50% dei finanziamenti ricevuti alla ricerca, innovazione e competitività e per un importo superiore a 200 milioni;
  • qualitativo, relativo alle risorse già allocate, di cui il 20% è dato dalla media di quanto è già stato assegnato dall’Unione Europea.

[BannerArticolo]

Sono state solamente 16 le regioni europee che hanno rispettato tali parametri, di cui 11 situate in aree sviluppate e con un Pil pro capite superiore al 90% della media Ue, e tre in aree in “transizione”, con un Pil pro capite tra il 75% e il 90% della media Ue. Il Paese più rappresentato è la Germania con ben nove regioni, mentre l’Italia porta tre regioni: Lombardia, Emilia Romagna e Toscana.

IL FOCUS SULLE PMI

Le tre regioni italiane hanno preceduto le risorse provenienti dall’Europa, anticipando i finanziamenti alle imprese con mezzi propri. I fondi ricevuti sono stati utilizzati soprattutto per l’innovazione, mirando alla creazione di network di imprese, centri di eccellenza e infrastrutture di ricerca. In linea generale, in tutte e 16 le regioni il focus è stato incentrato sulle PMI, con lo scopo di creare nuovi posti di lavoro e rilanciare l’economia.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock