Fondo di Garanzia PMI: aumentano i finanziamenti alle imprese

Redazione MondoPMI
0
0

Sono 56mila le aziende ammesse al Fondo di Garanzia PMI messo a disposizione del Governo nel 2014.

Il Fondo ha prodotto 8 miliardi di garanzie che hanno liberato finanziamenti alle imprese per 12,9 miliardi di euro.

Dall’inizio della crisi lo strumento ha aiutato 411mila aziende in difficoltà e negli ultimi tempi è diventato sempre più importante allargando le coperture dei massimi garantiti con l’entrata in vigore del Decreto del Fare (Dl 69/13).

Sono state infatti innalzate infatti le percentuali di copertura del fondo per:

  • le operazioni di lunga durata di anticipazione credito con la PA (minimo 36 mesi);
  • le PMI in aree di crisi;
  • le PMI del settore autotrasporto.

La Legge di Stabilità 2015 ha inoltre esteso la possibilità di chiedere la garanzia alle PMI fino a 499 addetti.

Il Governo ha recentemente annunciato la volontà di estendere il Fondo anche ai titoli Abs (Asset backed securities), cartolarizzati, con crediti verso le PMI. La misura, già inserita all’interno del decreto Investment Compact – ancora all’esame del Parlamento – è stata eliminata per problemi di copertura ma sarà sostenuta da nuovi finanziamenti per incrementarne l’impatto.

Il Fondo di Garanzia ha infatti riscosso un ottimo successo, segnando un +7,9% delle domande presentate nell’anno appena concluso rispetto al 2013.

Secondo il Ministero dello Sviluppo Economico le imprese hanno fatto richiesta prevalentemente per sanare esigenze di liquidità (85%).

Per quanto riguarda le richieste escluse (2,1%), il comitato di gestione del Fondo ha evidenziato tre cause ricorrenti:

  • cash flow insufficiente al pagamento della rata;
  • bassa redditività;
  • elevato passivo circolante in relazione al fatturato.

Cos’è il Fondo di Garanzia PMI?

Il Fondo di Garanzia per le PMI (L. 662/96) è un’iniziativa dello Stato per sostenere le Piccole Medie Imprese italiane, agevolando il loro accesso al credito. Offre alle imprese che rispettano determinati requisiti, la possibilità di contare sulla garanzia statale, in questo modo i rischi per le banche sono molto ridotti e i prestiti alle imprese potranno essere emessi con più facilità.

In genere l’accesso al fondo si calcola sulla base di modelli ministeriali, che dipendono dal settore di appartenenza. Per poter essere valutata un’impresa deve presentare gli ultimi due bilanci presentati in camera di commercio. Le startup vengono invece valutate sulla base di un Business Plan.

Per maggiori informazioni: fondodigaranzia.it

[callto]CERCHI CREDITO PER LA TUA IMPRESA?[/callto]