Giovani e creatività: nuovi finanziamenti alle imprese

In arrivo tra fine anno e inizio 2016 nuovi bandi a sostegno della piccola imprenditoria.

Laura Aglio
0
0
finanziamenti-alle-imprese

Lombardia: smart fashion & design

Cosa finanzia: progetti di sviluppo sperimentale, innovazione e divulgazione dei risultati con ricadute effettive e comprovate sulla filiera della moda e del design (Deliberazione n.3957 del 31 luglio 2015).

Ambiti di intervento: in linea con i contenuti della Smart Specialisation Strategy che riconosce prioritari interventi per eco-industria, industrie creative e culturali, industria della salute, manifatturiero avanzato e mobilità sostenibile e i cui progetti devono avere ricadute effettive e comprovate sulla filiera della moda e del design.

Beneficiari: aggregazioni di imprese attive nel comparto della moda (reti composte da almeno 3 soggetti che possono essere sia grandi aziende o micro e PMI in partnership tra loro o con organismi di ricerca e Università).

Risorse: plafond di 15 milioni di euro

Tipo di agevolazione: finanziamenti alle imprese a fondo perduto

Come accedere: bando in uscita entro la fine di novembre

 

Sostegno alla nuova imprenditorialità giovanile e femminile 

Cosa finanzia: nuove agevolazioni alle imprese giovanili e femminili di micro e piccola dimensione.

Sono ammissibili interventi relativi a:

– produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;

– fornitura di servizi alle imprese e alle persone in qualsiasi settore;

– commercio di beni e servizi;

– turismo;

– attività turistico-culturali, intese come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza;

– innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative.

Beneficiari: le imprese di micro e piccola dimensione in possesso del requisito della prevalente partecipazione da parte di:

– giovani tra i 18 e i 35 anni

– donne (senza limite di età), costituite in forma societaria da non più di 12 mesi dalla data di presentazione della domanda

– persone fisiche non ancora costituite in forma societaria, previo onere di costituzione entro 45 giorni dalla data di comunicazione del positivo esito delle verifiche

Risorse: 50 ml di euro del Fondo rotativo del Ministero dell’economia e delle finanze presso il Soggetto gestore, Invitalia.

Tipo di agevolazione: regime de minimis (fino al limite max di 200.000 euro), nella forma di finanziamenti alle imprese agevolati (mutui) a tasso zero, della durata massima di 8 anni, a copertura di non più del 75% delle spese. I programmi d’investimento devono prevedere spese non superiori a 1,5 milioni di euro. L’impresa beneficiaria deve garantire la copertura finanziaria del programma di investimento apportando un contributo finanziario, attraverso risorse proprie ovvero mediante finanziamento esterno, in una forma priva di qualsiasi tipo di sostegno pubblico, pari al 25% delle spese ammissibili complessive.

Come accedere: dal 13 gennaio 2016 per via elettronica con modalità a sportello.

Termini e modalità: Circolare direttoriale 9 ottobre 2015 n. 75445

Image Credit: Shutterstock