I dati di Bankitalia lasciano ben sperare

Redazione MondoPMI
0
0
bankitalia

Bankitalia ha reso pubblico il Bollettino economico n.3 riferito al periodo marzo – maggio 2015 e manda segnali positivi sullo stato di salute del nostro Paese.

Nel documento, oltre ad un quadro generale positivo sull’economia e sulla fiducia degli italiani, le note positive più interessanti vengono dall’accesso al credito che nel periodo analizzato arresta la sua contrazione per ciò che riguarda il settore privato non finanziario. Il credito alle famiglie ha registrato un aumento dello 0,4% per la prima volta da marzo 2012 ed in linea con l’ulteriore riduzione dei tassi di interesse, aumentano le erogazioni dei mutui che segnano un +15% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per i prestiti alle società non finanziarie si è attenuata la flessione dal -2,5% ad uno -0,5% sia per le aziende di grande dimensione che per quelle di dimensione minore. A trainare questo risultato il settore manifatturiero che ritorna in segno positivo con un buon +0,7% mentre continuano ad essere leggermente in terreno negativo ma comunque migliorando i risultati di fine 2014 le imprese del settore dei servizi e delle costruzioni. Anche le aziende stesse campionate da Bankitalia nel 14,4% delle interviste hanno confermato la tendenza al miglioramento nelle condizioni di accesso ai prestiti, in aumento del 2,1% rispetto a marzo. Le aziende che hanno sentito un inasprimento delle condizioni sono diminuite dell’1% passando dal 7,6% al 6,6%.