Il Decreto Liquidità diventa legge: prestiti da 30mila euro per le imprese

Si alza il limite massimo per i prestiti garantiti alle PMI e l’ammortamento viene prolungato di ulteriori 4 anni. Tutte le novità della legge Liquidità.

Redazione MondoPMI
0
0
decreto liquidita

Il Decreto Liquidità diventa legge e introduce diverse novità, a partire da un innalzamento del tetto per i finanziamenti alle PMI coperti dal Fondo di Garanzia. Ma non solo: l’ammortamento viene prolungato a 10 anni, viene introdotto un nuovo credito d’imposta per risarcire le aziende della mancata partecipazione alle fiere, gli imprenditori vengono inclusi nella platea degli aventi diritto alla proroga dei mutui prima casa, e ci sono novità anche per il settore de turismo.

Vediamo insieme i nuovi provvedimenti, approvati dal Governo lo scorso 4 giugno.

Finanziamenti alle PMI fino a 30mila euro

L’intervento più importante riguarda i prestiti garantiti al 100% dal Fondo di Garanzia delle PMI. L’importo massimo richiedibile era di 25mila euro, che sono stati portati a 30mila per assicurare maggiore liquidità alle aziende. Inoltre, è stato prolungato a 10 anni il periodo di restituzione delle rate (prima erano soltanto 6), mentre è stato confermato il preammortamento pari a 2 anni.

Infine, sono state semplificate le procedure per ottenere il finanziamento: basta presentare un’autocertificazione che attesti che l’importo richiesto a prestito non superi il 25% del fatturato del 2019 o il doppio della spesa salariale annua del 2019.

Per i prestiti garantiti sopra i 30mila euro si deve fare riferimento a SACE. Ne parliamo nel nostro articolo sui prestiti garantiti SACE.

 

Banca Ifis

 

Credito d’imposta per mancata partecipazione alle fiere

A favore delle imprese che hanno sostenuto dei costi per la partecipazione a fiere di settore all’estero, che sono state disdette a causa dell’emergenza Coronavirus, è stato introdotto un credito d’imposta al 30%, che può arrivare fino ad un massimo di 60mila euro.

Sospensione del mutuo prima casa per imprenditori

È stata, inoltre, estesa anche agli imprenditori la possibilità di chiedere la sospensione del mutuo prima casa per 18 mesi, usufruendo di una semplificazione delle procedure che introduce il meccanismo del silenzio/assenso.

Come si richiede la sospensione di un mutuo? Ne parliamo nel nostro articolo “Come sospendere mutui e finanziamenti?”.

Nuove misure per il turismo

Gli alberghi e gli stabilimenti termali possono rivalutare i beni d’impresa (ad eccezione degli immobili merce) nei due bilanci successivi all’esercizio in corso il 31 dicembre 2019. Il saldo attivo risultante dalle rivalutazioni deve essere imputato al capitale o accantonato in una speciale riserva.