Credito alle imprese: cresce il ricorso al Factoring per le PMI

Redazione MondoPMI
0
0

In un contesto di difficoltà per le Piccole Medie Imprese che faticano ad accedere al credito, cresce il ricorso al factoring. Uno strumento finanziario particolarmente efficace per fornire finanziamenti alle aziende e sostenere concretamente l’economia reale. Vediamo in cosa consiste.

Con il factoring, il cliente cede ad un factor i propri crediti commerciali. Si tratta di un rapporto su base continuativa, che vede un operatore specializzato (Factor o Banca) acquisire, gestire, finanziare anticipatamente (ed eventualmente garantire) una parte dei crediti commerciali di un’impresa dopo aver monitorato e valutato la qualità.

Generalmente questo soggetto fornisce una serie di servizi connessi, per esempio il supporto gestionale e amministrativo del credito, la riscossione del credito stesso, e fornisce un’anticipazione finanziaria rispetto alla sua scadenza. In questo modo il factoring diventa un importante strumento di autofinanziamento del mondo produttivo, e permette di trasformare in variabili i costi fissi connessi alla gestione dei crediti.

La cessione può avvenire in due forme:

  • pro soluto, in cui il rischio d’insolvenza del debitore è trasferito alla società di factoring;
  • pro solvendo (cioè salvo buon fine), in cui l’impresa cede ad un Factor un credito senza tutelarsi dal rischio di insolvenza del debitore.

Secondo le ultime rilevazioni, l’Italia ha un volume d’affari che ricopre l’11% del PIL, un dato che segna una crescita del 4,4% rispetto all’anno precedente. Il nostro mercato ricopre oggi l’8% del mondiale e il 13% europeo e costituisce il primo mercato europeo per il volume di operazioni di factoring internazionale, terzo al mondo dopo Cina e Taiwan.

Secondo gli esperti nel secondo trimestre 2014 si prospetta un’ulteriore crescita del turnover pari a +2,23%. Tutti gli operatori associati ad Assifact si aspettano un 2014 in crescita rispetto al 2013, anno che aveva registrato un calo in termini di turnover pari al 2,13% rispetto all’anno precedente.

Dati che segnano un incremento del ricorso al factoring da parte delle Piccole Medie Imprese, segnando una maggiore consapevolezza delle aziende italiane verso uno strumento di credito ancora poco conosciuto.

[callto]VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI SUL FACTORING?[/callto]