Il GAL Terre Astigiane finanzia con un bando i progetti integrati di filiera

Il bando scade alle ore 12.00 del 30 settembre 2019.

Redazione MondoPMI
0
0
bando progetti integrati di filiera

Il GAL (Gruppo di Azione Locale) Terre Astigiane ha stanziato un contributo a fondo perduto dal valore di 700 mila euro, a sostegno di progetti integrati di filiera.

Con questo bando, il GAL Terre Astigiane vuole favorire:

  • Il miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità delle aziende agricole attraverso la costruzione, ristrutturazione, ampliamento e modernizzazione dei fabbricati e degli impianti, e la dotazione di nuove attrezzature e macchinari;
  • La trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli per accrescere la competitività del settore agricolo e artigianale locale attraverso il sostegno di investimenti di carattere innovativo sia sotto il profilo del prodotto che delle tecnologie e dell’organizzazione.

 

Banca IFIS Impresa

 

Chi può beneficiare del bando?

Possono godere del contributo stanziato dal Gal Terre Astigiane:

  • le PMI e le Micro Imprese che operano nel settore dell’agricoltura, dell’agroindustria e agroalimentare, in particolare nell’ambito della trasformazione e della commercializzazione, nelle quali almeno il 66% della materia prima sia di provenienza extra aziendale.
  • gli operatori agricoli in possesso:
    • di qualifica di imprenditori agricoli professionali o coltivatori diretti
    • delle caratteristiche di agricoltore attivo
    • di partita Iva
    • dell’iscrizione al Registro delle imprese presso la Cciaa.

In questo caso, il prodotto primario avviato a trasformazione deve essere maggiore del 66% della produzione aziendale.

Secondo quanto previsto dal bando, le filiere che possono usufruire del beneficio sono quelle finalizzate alla produzione di:

  • prodotti lattiero caseari
  • carne e salumi
  • erbe officinali
  • miele
  • cereali
  • ortofrutta
  • vino
  • zafferano
  • canapa

Quali sono le spese ammissibili dal bando?

 Gli investimenti rientrano nell’agevolazione sono quelli:

  • materiali-edilizi-fondiari: come la costruzione, l’ampliamento o il miglioramento di fabbricati aziendali, l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature (anche informatiche), l’acquisto di veicoli stradali e la realizzazione di impianti per la produzione e lo stoccaggio di energia e fonti rinnovabili;
  • immateriali: come l’acquisizione o lo sviluppo di programmi informatici e la realizzazione di siti web e di e-commerce, o le spese di progettazione e consulenza, gli studi di fattibilità e l’acquisto di licenze.

Come viene erogata l’agevolazione del GAL Terre Astigiane?

Il bando è attivo, sarà possibile presentare domanda per l’ottenimento del contributo fino alle ore 12.00 del 30 settembre.

L’agevolazione viene erogata in conto capitale per un valore pari al 40% dei costi ammissibili.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock