Incentivi Lombardia ed Emilia-Romagna per la rottamazione di veicoli commerciali

Incentivi, contributi e modalità di partecipazione per le imprese lombarde ed emiliane per la rottamazione di veicoli commerciali.

Redazione MondoPMI
0
0
rottamazione veicoli commerciali

Contributi a favore di MPMI per l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale.

Rottamazione dei veicoli commerciali in Lombardia ed Emilia-Romagna

Fino a ottobre, le micro, piccole e medie imprese con sede operativa in Lombardia o in Emilia-Romagna possono ottenere un contributo pubblico per la rottamazione di veicoli commerciali di loro proprietà. Gli incentivi permettono di sostituire i vecchi mezzi con veicoli commerciali a basso impatto ambientale, attraverso le formule dell’acquisto o del leasing con obbligo di riscatto.

Il bando Rinnova veicoli attivo in Lombardia permette la rottamazione di mezzi a benzina fino a Euro 1 e di mezzi diesel fino a Euro 4. L’Ecobonus per veicoli commerciali promosso in Emilia-Romagna, invece, riguarda i veicoli diesel fino a Euro 4 che rientrano nelle categorie N1 e N2.

I due bandi prevedono contributi per l’acquisto di veicoli commerciali di categoria N1 (fino a 3,5 t) e N2 (da 3,5 a 12 t), alimentati con motore elettrico, ibrido, a gas naturale o a GPL.

Banca IFIS Impresa

 

Contributi e modalità di partecipazione

Le MPMI in Emilia-Romagna hanno diritto a un contributo regionale compreso tra 4.000 e 10.000 euro, a cui si aggiunge uno sconto di almeno il 15% sul prezzo d’acquisto del mezzo applicato dal concessionario.

Il bando Rottama veicoli attivo in Lombardia prevede invece un contributo differenziato a seconda del tipo di alimentazione scelta e della massa del veicolo. Per chi sceglie un mezzo elettrico è previsto un contributo compreso tra 6.000 e 10.000 euro, mentre per i mezzi ibridi, a metano e GPL i contributi vanno da un minimo di 4.000 a un massimo di 8.000 euro.

In Emilia-Romagna sono stati stanziati 3.850.000 euro, mentre in Lombardia sono disponibili 6.500.000 euro. In entrambi i casi, le risorse saranno distribuite fino ad esaurimento e saranno assegnate seguendo l’ordine di ricevimento della domanda di partecipazione.

Le imprese con sede in Emilia-Romagna possono presentare la domanda direttamente dall’area Bandi del portale Ambiente della Regione, mentre le imprese lombarde possono presentare le domande online tramite il sito UNIONCAMERE Lombardia. La scadenza del bando regionale in Emilia-Romagna è fissata per le ore 16 del 15 ottobre 2019, mentre il bando in Lombardia verrà chiuso alle ore 16 del 10 ottobre 2019.

Se le risorse dovessero esaurirsi prima della scadenza, le imprese verrebbero inserite in lista d’attesa e potrebbero ricevere un contributo nel caso in cui venissero stanziate delle risorse aggiuntive.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock