Incentivi per le PMI turistiche: nuovo bando in Liguria

La Liguria approva un bando per ricevere incentivi per le PMI nel settore del turismo.

Redazione MondoPMI
0
0

La Regione Liguria ha approvato e pubblicato un nuovo bando per finanziare imprese, consorzi e soggetti che operano nel settore turistico. Le spese ammissibili che possono essere effettuate dopo aver ricevuto gli incentivi per le PMI turistiche, dovranno finanziare attività legate alla creazione e sviluppo di nuovi progetti per offrire ai turisti una migliore qualità dei servizi e una scelta più ampia degli stessi.
Le domande per la partecipazione al bando potranno essere inviate solamente in via telematica già da oggi, con termine ultimo fissato al 14 maggio.

La selezione e l’assegnazione degli incentivi per le PMI turistiche avverrà tramite una procedura valutativa a sportello, in cui le domande verranno registrate, valutate in base all’ordine cronologico di presentazione e soddisfatte fino all’esaurimento dei fondi disponibili.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Incentivi per le PMI turistiche: chi ne può usufruire?

Possono usufruire del bando tutte le micro, piccole e medie imprese già costituite, soggetti che creano partnership e consorzi operanti nel settore turistico. Ulteriori requisiti necessari per poter partecipare al bando riguardano l’iscrizione alle Camere di Commercio e la ricezione di una lettera di sostegno da parte di un’associazione di categoria, rappresentata nei consigli delle stesse Camere di Commercio.

Non possono presentare la richiesta di finanziamento quelle imprese che operano nel settore agricolo, nella pesca e nell’acquacoltura, le imprese in stato di difficoltà o in liquidazione e nemmeno le imprese che hanno sanzioni che comportano l’esclusione del beneficio economico.

Incentivi per le PMI turistiche: quali sono le spese ammissibili

Gli incentivi per le PMI turistiche dovranno essere utilizzati lo sviluppo di servizi innovativi, quali:

  • acquisto di nuovi macchinari, nuove attrezzature e arredi;
  • acquisto di programmi informatici specialistici, progettazioni di siti e pagine, attrezzature multimediali per la promozione di servizi;
  • consulenze web e di social media marketing;
  • spese per progetti esperienziali, come percorsi e laboratori del gusto o dell’artigianato.

Coloro che avranno la possibilità di usufruire del fondo messo a disposizione dalla Regione Liguria, potranno ottenere un incentivo a partire da un minimo di 10 mila euro fino a un massimo di 50 mila euro. Il finanziamento inoltre, prevede una durata di ammortamento di 5 anni, con un fisso nominale annuo dello 0,5%.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock