Incentivi PMI del Sud: il progetto Macchinari Innovativi del MISE

La misura è studiata per le PMI in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

Redazione MondoPMI
0
0
incentivi_pmi_del_sud

In arrivo nuovi incentivi per le PMI del Sud per oltre 340 milioni di euro. È quanto emerge dal comunicato stampa del Ministero dello Sviluppo Economico del 17 luglio 2018.

Incentivi PMI del Sud: il comunicato del MISE

Secondo quanto comunicato dal MISE, verranno stanziati oltre 340 milioni di euro per l’intervento Macchinari Innovativi, rivolto alle piccole e medie imprese nelle Regioni meno sviluppate, ovvero Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. L’obiettivo del programma è quello di incentivare la trasformazione del settore manifatturiero verso la Fabbrica Intelligente, stimolando la competitività delle piccole e medie imprese.

Macchinari Innovativi: a chi si rivolge l’agevolazione?

Il programma Macchinari Innovativi si rivolge alle micro, piccole e medie imprese (PMI) che, alla data della presentazione della domanda siano regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese e operino in uno dei settori manifatturieri di cui alla sezione C della classificazione ATECO 2007, ad eccezione dei settori: siderurgia, estrazione del carbone, costruzione navale, fabbricazione fibre sintetiche, trasporti e infrastrutture, produzione e distribuzione di energia. Altre restrizioni sono precisate sul sito del MISE.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Macchinari Innovativi: in cosa consiste l’agevolazione?

Le agevolazioni previste da Macchinari Innovativi saranno concesse sotto forma di contributo in conto impianti e di finanziamento agevolato fino al 75% delle spese ammissibili. La misura, coerentemente con il piano nazionale “Impresa 4.0” e la Strategia nazionale di specializzazione intelligente, sostiene gli investimenti innovativi delle PMI del Sud finalizzati a:

  • consentire l’interconnessione tra componenti fisiche e digitali del processo produttivo;
  • innalzare il livello di efficienza e flessibilità nello svolgimento dell’attività economica;
  • favorire l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature (con programmi informatici e licenze correlati) funzionali ai programmi di investimento.

I programmi di investimento ammissibili devono prevedere spese non inferiori a 500 mila euro e non superiori a 3 milioni di euro. Gli investimenti devono essere realizzati esclusivamente presso unità produttive localizzate nei territori delle Regioni interessate. Infine, per essere ammesso al beneficio previsto da Macchinari Innovativi, il progetto di investimento deve prevedere l’acquisto di sistemi e tecnologie riconducibili all’area Fabbrica Intelligente della Strategia nazionale di specializzazione intelligente.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock