Le imprese rosa non conoscono la crisi

Studio Baldassi
0
0

Le imprese a conduzione femminile non conoscono crisi. Sembra essere questa la conclusione a cui si arriva valutando l’attuale situazione dell’imprenditoria femminile nazionale. Sono molti infatti i finanziamenti a fondo perduto per l’imprenditorialità femminile, ma sono altrettanto elevati i casi di successo di imprese guidate da donne capaci di primeggiare.

Questo quanto emerge dal Rapporto Unioncamere sull’economia che, elaborando i dati delle Camere di Commercio italiane, ha fotografato una Italia “nascosta” ma capace di stupire: tra le start-up condotte da giovani under 35, ben il 27.8% è a leadership femminile. Sono poco meno di 190 mila unità, circa il 12.8% delle imprese rosa totali.

Tra queste un altro dato interessante è quello della presenza sul territorio di queste aziende che si distribuiscono in maniera quasi omogenea nel territorio, contandone ormai ben il 43% nel Mezzogiorno.

Soddisfazione anche per quanto concerne il “fare impresa“, dove tra il 2011 e il 2012 si è assistito ad un + 10.7% di giovani imprenditrici, dato in fortissima ascesa considerando che il tasso medio di crescita delle imprese è salito dello 0.2% su scala nazionale.

Dati assolutamente incoraggianti dunque, che dimostrano come il coraggio delle imprenditrici sia capace di superare ogni crisi, dando un apporto fondamentale alle crescita dell’economia reale ed alla ripartenza del sistema produttivo italiano.