LinkedIn per le PMI: come gestire la pagina aziendale

Redazione MondoPMI
0
0

Linkedin è un social network fondato da Reid Hoffman nel maggio 2003, nato e tuttora utilizzato per collegare domanda e offerta di lavoro.

Oggi ammonta a più di 400 milioni di iscritti, di cui 7 in Italia, ed è la più grande rete sociale dedicata al mondo professionale.

Oltre allo sviluppo di contatti personali e al social recruiting, la piattaforma può essere utilizzata dalle aziende per comunicare con clienti e partner, e per sviluppare nuovi contatti commerciali e collaborazioni.

Piccole Medie Imprese hanno iniziato ad utilizzare questo strumento creando una Company Page e delineando un piano editoriale dedicato al proprio target, ma occorre procedere per gradi e definire un piano d’azione strutturato. Di seguito vediamo alcune caratteristiche chiave della pagina aziendale e alcuni suggerimenti per una gestione efficace.

Banner-CIF

Grafica e Testi

Ogni pagina può essere personalizzata negli spazi grafici consentiti: potete inserire una copertina dedicata (646 X 220 pixel), ed un avatar per il vostro logo. E’ importante scrivere testi chiari e semplici che spieghino bene qual è il vostro business e la vostra storia aziendale.

Nella sezione “Carriera” oltre a visionare le vostre offerte di lavoro, in base agli slot a disposizione, è possibile mettere in evidenza dei video rappresentativi ed inserire due segnalazioni dei dipendenti.

Contenuti 

Le varie aziende posso pubblicare articoli, immagini e video con l’obiettivo di costruire una community fidelizzata. Come prima cosa è importante porsi un obiettivo: perché utilizzare Linkedin per le PMI? Quale Pubblico voglio coinvolgere?

La definizione del target è importante, per esempio se avete intenzione di attirare clienti o possibili candidati dovrete creare e condividere aggiornamenti diversi che rispondano ad una esigenza differente destando interesse. Per un candidato potreste creare un ciclo di video sulle offerte di lavoro oppure delle grafiche con citazioni o pensieri che ispirano la vostra attività/prodotto. Per i clienti invece: delle promozioni ad hoc per la community di linkedIn, oppure un remind della vostra newsletter. Per rimanere aggiornati, gli utenti possono seguire la pagina, successivamente avranno la possibilità di visualizzare nella loro Home di LinkedIn anche i vostri contributi.

Pagine Vetrina

Recentemente LinkedIn ha eliminato la sezione “prodotti” mettendo a disposizione delle aziende la cosiddetta “pagina vetrina“. Si tratta di pagine con funzionalità limitate rispetto ad una Company Page, nelle quali l’impresa può descrivere e raccontare un prodotto oppure un brand dedicato. Per esempio Microsoft utilizza questa sottopagina per Office e per altri marchi dell’azienda.

In questo spazio potete personalizzare copertina (974 X 330 pixel) e avatar (100 X 60 pixel), pubblicando contenuti specifici per il marchio che volete raccontare. Ogni Company Page può creare fino a 10 pagine vetrina gratuite, per un eventuale ampliamento è necessario contattare LinkedIn.

Secondo alcuni dati diffusi da LinkedIn, 6 utenti su 10 sono interessati ad approfondimenti relativi alle imprese che seguono. Si tratta dunque di una community professionale profilata, che segue una Company Page o accetta il collegamento di un professionista perché è interessata all’area di business di riferimento.

Aumentare la notorietà del marchio e costruire una community attiva sono i primi obiettivi da raggiungere sulla piattaforma per cogliere nuove opportunità di business, con l’obiettivo di incrementare contatti e vendite. Nel prossimo articolo dedicato a LinkedIn vedremo come creare un profilo “sales” e come utilizzare il social network per sviluppare contatti commerciali.