BCE: mille miliardi alle banche per prestiti alle imprese e famiglie

Redazione MondoPMI
0
0

La nuova immissione di liquidità nel sistema bancario da parte della Banca Centrale Europea sarà vincolata all’erogazione di prestiti alle imprese e alle famiglie.

Prestiti a lungo termine concessi alle banche (TLTRO: Targeted Long Term Refinancing Operation), per un ammontare complessivo di mille miliardi che dovranno essere “scaricati a terra” con vincoli ben precisi.

La nuova operazione dovrebbe scongiurare gli errori dei precedenti rifinanziamenti alle banche da parte della BCE. Secondo molte imprese, il credito in precedenza concesso a banche a loro volta ingessate, non veniva infatti investito nell’economia reale ma in investimenti finanziari.

L’annuncio di Mario Draghi pone dei seri paletti per gli istituti bancari: percentuali minime di prestiti alle PMI e alle famiglie, da rispettare entro il 30 aprile 2016. In caso contrario la somma dovrà essere restituita.

I prestiti finalizzati escluderanno inoltre i crediti al settore immobiliare e non potranno essere usati per comprare titoli di Stato. La fornitura di credito all’economia reale sarà inoltre una condizione per l’ottenimento di ulteriori finanziamenti dalla BCE.

Il calendario prevede già due prime operazioni il 18 settembre e l’11 dicembre 2014. Un maxi prestito ogni tre mesi nel 2015, due iniezioni di liquidità a marzo e giugno nel 2016. Verifiche di bilancio periodiche confermeranno il corretto utilizzo dei prestiti.

Una buona notizia per le PMI italiane che potranno beneficiare di un maggior accesso al credito da parte del sistema bancario. Una mossa che secondo il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, rappresenta un segnale fortissimo nella direzione giusta della crescita.

Per maggiori approfondimenti è possibile scaricare tutta la documentazione delle operazioni TLTRO sul sito della BCE.

[callto]CERCHI CREDITO PER LA TUA IMPRESA?[/callto]